Mps, assemblea dei soci in corso

Mps, assemblea dei soci in corso

Nella documentazione fornita dalla banca si precisano alcune cifre dell'operazione.

Quasi il 50% dell'offerta di Mps per la conversione dei bond subordinati riguarda i piccoli risparmiatori. Stamane il CorrierEconomia (inserto economico del lunedì del quotidiano del gruppo RCS) evidenzia che il rischio che all'assemblea ordinaria e straordinaria di giovedì 24 novembre non si raggiunga il quorum del 20% per l'approvazione del previsto aumento di capitale da 5 miliardi di euro senza diritto di opzione. Un'extra sconto a Quaestio o il riconoscimento che quei crediti e i beni che ne costituiscono il collateral valgono in realtà molto meno di quanto si era pensato inizialmente?

Su richiesta della Consob, Mps ha integrato la relazione del cda ai soci in vista dell'assembleam negando l'esistenza di un piano B. Un vero peccato che una simile operazione-verità non sia stata fatta prima di bussare a denari sul mercato. "Ad oggi, non sono allo studio operazioni alternative", si legge.

La tranche Junior della cartolarizzazione delle sofferenze di Mps, destinata ad essere assegnata gratuitamente agli azionisti della banca, ha un valore nominale di 1.583 milioni di euro, e un fair value, calcolato in base a base a stime preliminari, di 427 milioni di euro; la valutazione finale, tuttavia, è ancora "oggetto di valutazione da parte di un perito esterno", per cui essa "potrebbe discostarsi" dalle stime preliminari. Intanto la Fondazione Mps - come ha annunciato il presidente Marcello Clarich, arrivando all'assemblea dell'istituto - ha ridotto dall'1,49% allo 0,7% la propria partecipazione nel capitale del Monte dei Paschi di Siena. "Oggi per noi la soluzione su Mps è prioritaria". Se così fosse, almeno il 40% dell'importo atteso dalla conversione dei bond sarebbe già coperto.