Maltrattamenti sui bimbi più subdoli i nuovi abusi

E ancora, garantire che, in aggiunta al Centro ospedaliero di riferimento regionale, ogni grande ospedale pediatrico disponga di equipe multidisciplinari e specializzate, dotazioni strumentali e facilities che permettano di formulare le opportune diagnosi di maltrattamento e attuare un pannello di diagnosi referenziale completo. Il maltrattamento e l'abuso all'infanzia devono diventare materia di studio nel curriculum della Facoltà di Medicina e Chirurgia. I bambini che ne sono vittime devono essere assistiti con strumentazioni all'avanguardia e metodologie evolute, come quelle usate per le altre patologie pediatriche gravi. Sono le quattro raccomandazioni per una risposta efficace al trattamento sui minori contenute nel nuovo Dossier promosso da "Terre des Hommes", da 50 anni in prima linea per proteggere i bambini di tutto il mondo dalla violenza, dall'abuso e dallo sfruttamento e per assicurare a ogni bambino scuola, educazione informale, cure mediche e cibo.

Negli Stati Uniti è frequente che tali tipi di violenze causino la morte del bambino (più di 2 bambini su 100.000), nella quale è coinvolto nel 79% dei casi un genitore (fonte: Children's Bureau-U.S. Department of Health & Human Services). Modera: Emma dAquino, Giornalista TG1 Saluto del Presidente del Senato della Repubblica, Pietro Grasso RELATORIBeatrice Lorenzin, Ministro della Salute* Federica Giannotta, Responsabile Advocacy e Programmi Italia Fondazione Terre des Hommes Italia, Luca Gastaldo (Ospedale Regina Margherita di Torino), Alessandra Kustermann/Lucia Romeo (Fondazione IRRCS Ca Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano), Paola Facchin/Melissa Rosa Rizzotto (Azienda Ospedaliera Universitaria di Padova), Stefania Losi (Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer di Firenze), Maria Grazia Foschino (Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico-Giovanni XXIII di Bari), Serena Battilomo, Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria presso Ministero della Salute, Patrizia De Rose, Capo Dipartimento Politiche Anti - Droga Presidenza del Consiglio dei Ministri, Maria Giuseppina Lecce, Focal Point OMS Violence and Injury Prevention, Sandra Zampa, Vice Presidente Commissione Bicamerale Infanzia e Adolescenza, Gloria Soavi, Presidente CISMAI Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltrattamento e lAbuso allInfanzia. Il 30% dei minori vittime di maltrattamenti in Italia subisce abusi multipli, contemporaneamente presenti cioè in forme diverse che comprendono il maltrattamento fisico, la trascuratezza grave, la sindrome di Munchausen per procura, l'abuso sessuale, l'abuso psicoemozionale, la violenza assistita e il cosiddetto "bambino conteso". Nell'ultimo quinquennio sono stati circa 3.000 bambini vittime di violenza intercettati dai cinque Centri e a vario titolo presi in cura. Le vittime sono in maggioranza bambine e l'età media dei casi trattati dagli ospedali coinvolti nell'indagine è di circa 7 anni. Oltre alle forme di maltrattamento più comuni, inoltre, l'indagine ha permesso di far emergere forme di violenza pressoché sconosciute ai non addetti ai lavori, come il chemical abuse e la shaken baby syndrome che colpiscono proprio i bambini in tenerissima età.