Lazio, Inzaghi: "Siamo partiti con qualche difficoltà"

Lazio, Inzaghi:

La Lazio vince, convince, gioca bene e ha un futuro che si annuncia prospero. Nel finale espulso Orban.

Lazio (3-5-2): Marchetti; Basta, Wallace, Radu; F. Anderson, Parolo, Biglia, Milinkovic-Savic, Lulic; Immobile, Keita. La formazione di Juric continua a macinare gioco, sfoderando un buon pressing in mediana, ma non riesce a impensierire Strakosha.

Nella ripresa Juric cambia subito Rigoni con Ninkovic, e la trama del match si modifica nel giro di pochi minuti. Per il bomber c'è un ginocchio malandato, forse una distorsione probabile uno stop non si sa ancora di quale entità. Per Di Bello è calcio di rigore.

Biglia 7 - Freddo dal dischetto, preciso e attento al centro del centrocampo. Una botta violenta di Parolo, il centrocampista della Lazio ha fatto tremare il palo alla destra di Perin.

Simone Inzaghi è intervenuto anche nella consueta conferenza stampa post-partita: "Abbiamo vinto una gara importante, non è stata semplice perché dopo il primo tempo buono abbiamo preso un gol evitabile, però capita: il Genoa è una buona squadra, siamo stati bravi a reagire, adesso abbiamo un buona posizione in classifica ma dobbiamo continuare su questa strada". Doppio vantaggio che arriva un minuto dopo: Felipe Anderson si scontra al limite con Laxalt, dallo scontro ne nasce un rimpallo che si trasforma in un assist perfetto per Wallace che, da attaccante vero, controlla il pallone e batte Perin con un diagonale di potenza. Soddisfatto anche Inzaghi, che ai microfoni di Sky Sport ha commentato così la sfida: "Abbiamo fatto un'ottima gara, un ottimo primo tempo che dovevamo chiudere con il doppio vantaggio; è normale che il Genoa è una squadra organizzata, che corre e sapevamo che avremmo potuto concedere qualcosa". La partita termina senza grandi sussulti ad eccezione del rosso sventolato a Orban per un fallo su Immobile: la Lazio batte il Genoa per 3 a 1 e vola al terzo posto in attesa di Milan - Inter di questa sera e allunga a 8 la striscia di risultati utili. La Lazio è la squadra che ha mandato a segno più giocatori differenti in questo campionato (11).

Marcatori: 11′ Felipe Anderson (L), 52′ Ocampos (G), 57′ rig. A disp.: Vargic, Bastos, Patric, Hoedt, Leitner, Kishna, Cataldi, Murgia, Luis Alberto, Djordjevic, Lombardi.

GENOA (3-4-3): Perin 6; Izzy 5,5, Burdisso 5,5, Orban 4,5; Edenilson 5,5, Rincon 5, Veloso 5, Laxalt 5,5; L. Rigoni 5 (46' Ninkovic 6), Pavoletti 5,5 (61' Simeone 5), Ocampos 6,5 (80' Pandev S.v.).