La Lazio riparte col Genoa Inzaghi: "Calendario tosto Anderson farà la differenza"

Al 31' doppia occasione per la Lazio: Keita sfonda sulla sinistra, cross per Immobile che colpisce di testa superando Perin ma non Burdisso che salva sulla linea.

Nel prossimo turno il Genoa ospiterà la Juventus, occasione ideale per giocare una partita senza troppi pensieri e con tante motivazioni, ma Juric è già consapevole di dover fare a meno di Orban (espulso) e Veloso (ammonito ed in diffida) senza citare Pavoletti. Inzaghi predica calma e chiede il salto di qualita' per non sganciarsi dai primi posti della classifica, orgoglioso di aver ricostruito uno spogliatoio ora compatto dopo la delicata situazione vissuta questa estate: "Bisogna avere continuita' per fare il salto di qualita', e' stato fatto un buon lavoro perche' siamo quarti in classifica, ma nel calcio e' un attimo quindi dobbiamo rimanere concentrati e fare una ppartita importante - ha sottolineato il tecnico della Lazio - Ai ragazzi, sin dal ritiro, ho detto di essere liberi di mente nonostante le pressioni e il clima pesante".

Dagli undici metri Biglia calcia di potenza sotto la traversa e batte Perin. Nel finale della prima frazione cresce il Genoa ma senza impensierire seriamente Strakosha. Le parole dell'allenatore laziale sono positive e guardano al futuro: "Ci sono ancora ampi margini di crescita".

Radu 6,5: ordinata la sua partita, è corresponsabile insieme ai compagni della voragine che si apre nel cuore dell'area e permette il gol di Ocampos. Anderson va via come una furia, Burdisso lo stende in area. Per Di Bello è calcio di rigore. La Lazio spinge sull'acceleratore e colpisce un palo al 64' con un bellissimo destro dal limite di Parolo.

Il gol del pareggio del Genoa arriva ad avvio ripresa. La Lazio continua la sua striscia di imbattibilità di 8 partite, la migliore sino ad ora in questo campionato, battendo in casa il Genoa per 3-1.

Ocampos 6,5 - Trova un gran gol per le speranze (poi vane) del suo Genoa. L'allenatore infatti ha ricordato le vicende di questa estate, quando sembrava fosse destinato a guidare la Salernitana (anch'essa di proprietà di Claudio Lotito), mentre la Lazio - che Inzaghi aveva guidato con buoni risultati sul finire di campionato - era stata invece affidata al tecnico argentino Bielsa.

Marcatori: 10′ Felipe Anderson (L), 7′ st Ocampos (G), 13′ st rig.

Al 66′ la Lazio amplia il vantaggio con Wallace.

A disp.: Strakosha, Vargic, Bastos, Patric, Hoedt, Leitner, Kishna, Cataldi, Murgia, Luis Alberto, Djordjevic, Lombardi.