Janet Yellen: la Fed pronta ad alzare i tassi

Janet Yellen: la Fed pronta ad alzare i tassi

Del resto in due mesi i rendimenti sul decennale USA sono andati ad incorporare quasi il triplo dell'aumento che la FED farà a dicembre. Lei ha sottolineato che attualmente l'economia si sviluppa verso la direzione prevista dalla Fed, e si avvicina il momento adatto per alzare i tassi di interesse. L'intervento della Yellen, immagina un'inflazione al 2% nel prossimo biennio, l'aumento dell'occupazione e prezzi dell'energia che dovrebbero sostenere la spesa delle famiglie.

Aspettiamoci oggi dei commenti della Yellen su questo piano e sulla messa a rischio dell'indipendenza della Fed, e su come le interferenze politiche potrebbero danneggiare l'economia.

Peraltro - aggiunge la Yellen - "se il comitato di politica monetaria dovesse rimandare gli aumenti dei tassi troppo a lungo, potrebbe finire con il dover irrigidire la sua politica in maniera troppo brusca".

La presidente della Federal Reserve, Janet Yellen, avverte Donald Trump: non tocchi la riforma di Wall Street varata da Barack Obama (la Dodd-Frank), "non vorrei vedere le riforme delle banche decise dopo la crisi tornare indietro".

Anche ieri i mercati europei, che stavano recitando ancora una volta il mesto copione che prevede un'apertura appena positiva ed un rapido uno spegnimento progressivo, hanno trovato salvezza sul finale, grazie all'iniezione di fiducia impressa alle 16 dalla Presidente della Federal Reserve Janet Yellen agli indici USA e di conseguenza anche a quelli europei, nella sua audizione al Congresso. Nessun commento da parte del team Trump che rimane chiuso al cinquantottesimo piano della Trump Tower a New York nel tentativo di finalizzare la squadra di governo.

La prossima amministrazione dovrà valutare i costi e i benefici delle sue programmate misure di stimolo, ha aggiunto la Yellen. "E' pienamente mia intenzione - ha concluso la Yellen - di servire (la banca centrale, ndr) fino al termine del mio mandato (gennaio 2018, ndr)", ha tagliato corto la Yellen. Sono diminuiti i lavoratori che per la prima volta hanno richiesto sussidi di disoccupazione, tornando ai minimi dal novembre 1973. Gli economisti si attendevano un aumento a 255 mila unita'.