Istat rivede al rialzo crescita Pil primo trimestre

Istat rivede al rialzo crescita Pil primo trimestre

Lo ha reso noto l'Istat in base alle stime preliminari. Nel secondo trimestre confermata la crescita zero rispetto al trimestre precedente.

Il dato diffuso è corretto per gli effetti di calendario.

La variazione acquisita per il 2016 dal Pil nel terzo trimestre del 2016 - la crescita, cioè, che si avrebbe se nel quarto trimestre non si verificassero ulteriori variazioni - è pari a +0,8%. Nel complesso, il Pil dei paesi dell'area Euro è cresciuto dello 0,3% rispetto al trimestre precedente ed dell'1,6% nel confronto con lo stesso trimestre del 2015.

Rivista al rialzo la crescita del PIL del 1° trimestre 2016, allo 0,4% dal +0,3% indicato in precedenza.

Il fabbisogno di settembre, pari a 15,2 miliardi, spiega la Banca d'Italia, è stato più che compensato dalla diminuzione (25,3 miliardi) delle disponibilità liquide del Tesoro (risultate pari a 39,3 miliardi alla fine di settembre) e dall'effetto complessivo degli scarti e dei premi all'emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e della variazione del cambio dell'euro (1,9 miliardi). "Avanti tutta, l'Italia ha diritto al futuro #passodopopasso".

Ma l'incremento di cui si parla oggi, spiegano dall'Istat, oltre al miglioramento dell'industria arriva anche grazie a "un contributo ampiamente positivo" della domanda interna.

Nello stesso periodo il PIL è aumentato in termini congiunturali dello 0,7% negli Stati Uniti, dello 0,5% nel Regno Unito e dello 0,2% in Francia. In entrambi i casi i dati confermano l'andamento del secondo trimestre dell'anno. Nel trimestre precedente su base trimestrale aveva segnato 0%.