Il Tanaro sorvegliato speciale a Garessio

Il Tanaro sorvegliato speciale a Garessio

A causa degli allagamenti, la statale 28 del Colle di Nava, da Garessio fino al confine con la Liguria, è stata chiusa al traffico.

Inoltre, sulla statale 490 'del Melogno' in localita' Bagnasco e' stato istituito, in via precauzionale, il divieto di transito a tutte le categorie di veicoli in entrambe le direzioni al chilometro 0,600 in corrispondenza del ponte sul fiume Tanaro. Diverse strade sono state bloccate strade e molte abitazioni a rischio sgomberate. Problemi a Ceva, dove è esondato il rio Cheironzo, mentre la statale per San Bernardino è stata chiusa per una frana. Il Comune di Genova ha subito annunciato che domani le scuole resteranno chiuse.

Si consiglia di seguire gli aggiornamenti idro-meteo che verranno pubblicati sul sito di Arpa Piemonte e le indicazioni di comportamento della Protezione Civile della Regione Piemonte. Al momento la situazione dei corsi d'acqua è costantemente monitorata dalla Protezione civile. Le immagini ed i video catturati in questi minuti mostrano la drammatica situazione e anche il potenziale pericolo, per i quartieri ubicati nelle vicinanze del letto del fiume. Il sindaco: "Siamo isolati e abbiamo paura". Chiusi i ponti. Allagamenti e smottamenti diffusi e 80 appartamenti sono stati evacuati.

Chiuse tutte le strade provinciali. Per fortuna le linee telefoniche e la corrente elettrica funzionano, spiegano ancora in Comune. Emergenza alluvione a causa del maltempo anche in Alta Valle Tanaro: anche qui il fiume ha esondato, isolando il paese di Ormea e quelli limitrofi. Ad Alba è stato sgomberato il campo nomadi. In Piemonte l'allerta arancione è stata estesa alle pianure e alla collina torinese a causa dell'intensificarsi delle precipitazioni e per oggi il livello è stato innalzato al rosso per le zone alpine e prealpine occidentali dalle Valli Orco, di Lanzo, Susa, Chisone, Pellice fino alla Valle Po. Le abbondanti precipitazioni persisteranno "con tali intensità e sulle stesse zone fino a domani mattina; quota della neve stazionaria a 1.900-2.000 metri". Oltre al Piemonte, sono sotto osservazione Liguria, Valle d'Aosta e Toscana.

Sorvegliati speciali a Genova il torrente Bisagno, il Polcevera e, nel ponente città, il Cerusa a Voltri che aveva raggiunto livelli preoccupanti nei giorni scorsi. Allagato il centro storico di Garessio, dove il fiume Tanaro è esondato, l'acqua sta invadendo anche le strade del centro di Bagnasco. Il risultato - continua la Coldiretti - è che sono saliti a 7145 i comuni italiani, ovvero l'88,3% del totale, che sono a rischio frane e/o alluvioni secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Ispra. Situazione critica a Venaria Uno dei ponti sul torrente Ceronda, a Venaria Reale, è stato chiuso e in alcuni punti è già straripato.