Il Po esonda a Torino, allagati Murazzi

Il Po esonda a Torino, allagati Murazzi

Le abbondanti precipitazioni hanno portato all'esondazione del fiume Tanaro nel territorio della provincia cuneese.

A Garessio il fiume è esondato in via Vittorio Emanuele. Su un territorio fragile per il consumo di suolo si abbattono - sottolinea la Coldiretti - i cambiamenti climatici con le precipitazioni sempre più intense e frequenti con vere e proprie bombe d'acqua che il terreno non riesce ad assorbire. Alle 10.30 è stata convocata in prefettura una riunione del Comitato di emergenza con la Protezione civile. Lo conferma la Protezione Civile.

Anche sul resto del nord è in agguato il maltempo: nelle prossime ore situazione in peggioramento sulla Lombardia con rischio idraulico per le province a nord della regione e poi sul Triveneto; al centro temporali in trasferimento dalla Sardegna alle regioni centrali tirreniche con Toscana e Lazio dunque nel mirino. Il sindaco ha firmato un'ordinanza che vieta il transito di veicoli e pedoni e la sosta.

Interdetto il passaggio dei pedoni anche al Borgo Medievale, lungo il fiume.

Il fiume - spiega l'Agenzia Interregionale per il fiume Po - supererà la soglia di "criticità elevata" tra Carignano (Torino) e Casale Monferrato (Alessandria), mentre nel tratto compreso tra Valenza e Isola S.Antonio (Alessandria) raggiungerà la "criticità moderata". "I danni sono già evidenti, la situazione è assai critica".

Alcune torrenti in piena nel Ponente ligure e una decina di famiglie sfollate precauzionalmente nel Savonese sono le prime situazioni critiche causate dalla pioggia in Liguria.

Diverse piene stanno preoccupando gli abitanti della zona. Scuole chiuse a Genova, Savona, Sanremo, Imperia e Ventimiglia. Lo rende noto su Facebook lo stesso premier, che avrebbe dovuto partecipare ad una iniziativa di #bastaunsì in vista del referendum costituzionale del 4 dicembre. Confermata, al momento, la sua presenza sotto la Mole per la giornata di domani.