Giornata dei diritti dell'infanzia: "Liberi di crescere"

Giornata dei diritti dell'infanzia:

Il programma completo degli eventi faentini della Giornata mondiale per i diritti dell'infanzia e dell'adolescenza si può consultare nel sito internet del Comune di Faenza (www.comune.faenza.ra.it), nella sezione "In evidenza" della home page del sito.

Seppur ratificata da oltre 190 Paesi la Convenzione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza rimane ancora lettera morta in molte realtà compresa la nostra dove, a causa di un progressivo ritorno alla povertà molti bambini e bambine non sono garantiti nei loro diritti o, in casi ancor peggiori e aberranti, si ritrovano vittime di abusi, violenze, discriminazioni ed emarginazioni.

V enerdì 18 novembre la Sala di rappresentanza del Palazzo municipale ospiterà cento bambini che illustreranno i lavori svolti nelle rispettive scuole per l'infanzia. "Per celebrare nei migliori dei modi i diritti fondamentali dell'infanzia e dell'adolescenza dobbiamo lavorare affinché gli spazi pubblici e quelli in cui studiano e giocano siano pensati su misura dei bambini - ha proseguito l'assessore Rossella Dimaggio -".

Richieste di ascolto e di aiuto che per il 41,2% hanno riguardato bambini dagli 0 ai 10 anni, nel 32,1% preadolescenti (11-14 anni) e nel 26,8% adolescenti (15-17 anni).

- Trasmissione radiofonica "DIRITTI IN RADIO" il 24 novembre alle ore 10.50 su Radio Missione Francescana. Lì vi saranno, a seguire, gli interventi del presidente dell'Unicef e del primo cittadino di San Giorgio a Cremano, che riceverà proprio dai bambini il titolo di "Sindaco difensore ideale dell'infanzia" e la medaglia riconoscimento dell'Unicef per l'impegno profuso a favore dei più piccoli. E, con un progetto europeo, è stata data voce ai ragazzi che hanno scritto le loro Raccomandazioni alle Istituzioni per unaccoglienza basata sul diritto dei bambini alla partecipazione del loro progetto di vita.Come realizzare i diritti dei bambini che vivono fuori famiglia? La Tavola rotonda "IMPARA L'ARTE E NON FARTI DA PARTE" è organizzata in collaborazione con la cooperativa Naturart e vedrà il tema dell'arte come fattore di inclusione sociale quale focus centrale. Accoglieremo i piccoli che, seguiti dalle loro insegnanti, presenteranno i vari lavoretti.