Formula 1: Vettel davanti a tutti. Deludono le due Mercedes

Una volta effettuato il cambio gomme, il tedesco ha compiuto una gran rimonta con le Supersoft, arrivando anche ad insidiare Rosberg, grazie al tappo operato da Hamilton. Un lungo digiuno che certifica quanto negativa sia stata la stagione per la scuderia di Maranello.

Il circuito di Yas Marina è particolare, non solo per l'aspetto tecnico che lo caratterizza, dove è richiesto tanto carico aerodinamico da bilanciare con un'ottima velocità di punta sfruttabile nei lunghi rettilinei, ma anche per il fatto che si parte con il giorno e si conclude con la sera. Kimi ha lasciato passare Vettel? Negli ultimi giri era dura, volevo avvicinarmi per provare a superare entrambi, dato che Lewis non spingeva. Poi ho sfruttato pista libera e pneumatici. Si vendica per la farsa subita in Messico con due sorpassi cattivi sui due della Red Bull. Strategia da 10 della Ferrari, che chiude una stagione amara con il podio, assente da Monza. Avevamo concorrenti duri. E' stato un anno difficile ma è bello finire con questo podio, è una spinta per il prossimo anno. Ha vinto 10 gare e a suo modo stabilito un nuovo record: nessuno aveva mai perso il mondiale con così tanti successi. Dopo questa mattina ci aspettavamo qualcosa di piu', se non di lottare con le Mercedes almeno di battere la Red Bull. Non credo fossimo piu' lenti, ma non siamo riusciti a mettere insieme il giro quando serviva. Sebastian Vettel non è soddisfatto: "Non sono molto contento di questo risultato". Non il sabato però. In questi sette anni di vita, l'autodromo ha visto trionfare per ben 3 volte Sebastian Vettel ai tempi della Red Bull, 2 vittorie per Lewis Hamilton nel 2011 - quando era sotto contratto con la McLaren - e nel 2014 con la Mercedes, 1 vittoria per la Lotus-Renault di Kimi Raikkonen nel 2012, e l'ultima e più recente vittoria firmata Nico Rosberg nel 2015. "Non ci riposeremo, perché la Ferrari merita di tornare in alto". "Sono certo che si godrà il resto della nottata". In tal caso bisognerebbe dare il titolo 2008 a Massa, che senza un guasto al motore avrebbe vinto il campionato. Rosberg? Ha meritato il titolo, tutti gli altri discorsi non mi interessano.