Fermato a Firenze lo stalker della ministra Boschi: bloccato vicino alla Leopolda

Il molestatore tempestava da mesi la Ministra con lettere ed e-mail deliranti, violando anche l'obbligo di dimora a cui era stato vincolato dalla Procura di Napoli, dopo le denunce della Boschi. L'arresto è avvenuto non lontano da dove nel fine settimana si terrà la Leopolda con Matteo Renzi.

Come riporta Il Giorno, l'uomo ha scritto diverse mail alla ministra, molte di queste sono davvero inquietanti, un misto di delirio amoroso e omicida: "Amore ti porterò con me in paradiso".

La polizia è intervenuta in un ristorante di Via della Scala nella tarda mattinata di ieri: il proprietario ha avvisato le forze dell'ordine poiché il 44enne si rifiutava di pagare il conto del pranzo (all'incirca poche decine di euro, ndr).

È stato arrestato lo stalker del ministro Maria Elena Boschi, l'uomo, un 44enne originario della Campania, affetto da problemi psichici, era stato precedentemente sottoposto agli arresti domiciliari e al divieto di avvicinamento.

Il sospetto, scrive Repubblica, è che l'uomo sia partito dalla provicia di Napoli - dove risiede e dove è sottoposto a obbligo di dimora per gli atti persecutori commessi di recenti ai danni del ministro - proprio per avvicinarsi alla Boschi.

Anna Maria Gavoni, gip di Roma, ha disposto per lo stalker gli arresti domiciliari. Ieri mattina, a tre giorni dal suo ultimo arrivo, è stato bloccato dagli agenti delle volanti durante un controllo: a inguaiarlo è stato un ristoratore del centro che ha chiamato la polizia perchè l'uomo non voleva saldare il conto.

Lo scorso Giugno la ministra Boschi aveva annunciato l'istituzione di una task force per l'inasprimento delle misure antistalking.