Elezioni Usa 2016, le Previsioni: Clinton vince con il voto degli Ispanici?

Elezioni Usa 2016, le Previsioni: Clinton vince con il voto degli Ispanici?

Viva l'America che Dio l'abbia in gloria.

Intanto sui media si comincia a immaginare chi siederà nello Studio ovale con Hillary Clinton.

Il totale di 268 voti elettorali per la Clinton è dato dalla somma di tutti gli stati nei quali la vittoria per lei è sicura o probabile, mentre lo stesso calcolo viene fatto per i 204 voti attribuiti in questo momento a Trump. Ogni stato, in sostanza, è un collegio elettorale, che esprime un numero di cosiddetti grandi elettori che fanno parte di una lista presentata da ciascun partito. Anche il North Carolina, che in primo tempo suscitava preoccupazioni (qui Obama è tornato con molti comizi, sino a un incontro affollatissimo alla University of North Carolina), pare avere imboccato una strada più favoravole ai democratici. Ancora piu' ristretto il vantaggio secondo RealClearPolitics (il sito che opera quotidianamente una media ponderata di tutti i sondaggi): 46,6% Clinton e indietro di soli 1,8 punti Trump, al 44,6%.

Ieri si è appreso che il bureau of investigation, che ancora non ha fornito dettagli sul materiale trovato nel computer di Anthony Weiner, ex marito di Huma Abedin, braccio destro della candidata democratica, ha accertato che si tratta di nuovo materiale e non copie di mail già note. Col Washington Post che definisce la candidatura del miliardario newyorchese "un assoluto disastro demografico" per il partito repubblicano, che negli ultimi anni aveva tentato come non mai di corteggiare il blocco degli elettori latinos. Sono passate da poco le 17, l'una di notte in Italia, quando Trump sale sul palco di Reno penultima tappa del "coast-to-coast" che lo ha portato in quattro Stati contesi in meno di 12 ore. Per la nuova stagione di House of Cards, gli sceneggiatori dovranno dare fondo alla loro creatività per trovare trame che non sembrino una versione zuccherata di quelle a cui abbiamo assistito in questa campagna elettorale americana. Una spiegazione è data dalla copertura mediatica di queste elezioni, non solo dall'impopolarità della candidata democratica. Gli altri si avventano sul presunto aggressore, lo bloccano a terra.

Ma quanti faranno come lui? Ma al di là dell'esito finale appare chiaro che Putin abbia comunque ottenuto lo scopo di minare seriamente la reputazione della democrazia americana.

Un'analisi dei sentimenti che accompagnano gli ultimi giorni prima del fatidico martedì parlerebbe di ansia, paura e stanchezza.

La guerra per le Elezioni Usa 2016 si fa sempre più aspra tra i due candidati, Hilary Clinton e Donald Trump.