Costa Rica e Nicaragua si preparano all'arrivo dell'uragano Otto

Costa Rica e Nicaragua si preparano all'arrivo dell'uragano Otto

Con venti (in aumento) che superano i 120 chilometri orari, l'uragano Otto - il settimo di quest'anno - si sta dirigendo verso i Caraibi.

Il Centro nazionale degli uragani di Miami ha lanciato l'allarme sui rischi delle violente piogge in arrivo che a Panama, Costa Rica e Nicaragua hanno significato, e significheranno ancora, frane e inondazioni improvvise e devastanti, oltre a maree molto alte accompagnate da correnti impetuose e fortissime. Considerato fino a ieri tempesta tropicale, Otto si è trasformato oggi in uragano. In Costa Rica le autorità hanno fatto evacuare 4 mila persone nella parte nord della costa caraibica del Paese e hanno ordinato la chiusura delle scuole per l'intera settimana. Secondo fonti locali, almeno sei persone risultano disperse nel nord del Paese, probabilmente inghiottite da fiumi in piena o travolte dagli alberi caduti.

L'uragano Otto ha attraversato il Costa Rica per 16 ore, prima di disperdere la sua forza nell'oceano Pacifico. Non si hanno notizie di gravi danni in seguito al sisma, ma il presidente del Nicaragua, Daniel Ortega, ha dichiarato lo stato di emergenza in seguito ai due eventi.