Calcio, la procura federale deferisce sedici società: anche Juventus, Napoli e Inter

Calcio, la procura federale deferisce sedici società: anche Juventus, Napoli e Inter

Le società deferite sono: Inter, Juventus, Napoli, Palermo, Chievo, Genoa, Pescara, Catania, Cesena, Ternana, Vicenza, Livorno, Grosseto e Reggina. Le posizioni di Lazio e Portogruaro, inizialmente inserite nella lista dei deferimenti, sono state invece archiviate.

Pescara. Alla vigilia dell'attesissima sfida di campionato a Torino, Juventus e Napoli si trovano a giocare insieme, ma dallo stesso lato del campo, una partita di un campionato particolare, giocato questa volta da 14 squadre, tra le quali anche Inter e Genoa, con decine di calciatori, dirigenti, agenti da una parte e la Procura della Figc dall'altra, mentre l'arbitro obbligato è il Tribunale federale.

"Il Procuratore Federale - quanto si legge nel comunicato della Federcalcio - esaminati gli atti di indagine posti in essere dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli e trasmessi all'Ufficio della Procura Federale lo scorso 26 febbraio, disposto con provvedimento del 29 marzo 2016, ai sensi dell'art. Espletata l'attività istruttoria, ha infine disposto i deferimenti", ha fatto sapere nella giornata di ieri la Figc. L'inchiesta della procura di Napoli mira a far luce su presunte evasioni fiscali legate alle cessioni di calciatori e vede coinvolti procuratori, dirigenti di società e in alcuni casi anche gli stessi atleti. "Deferiti anche dirigenti e calciatori delle società sopra citate". Spiccano nello specifico i nomi di Jean Claude Blanc e Alessio Secco ( Juventus) Aurelio De Laurentis e Pierpaolo Mario ( Napoli), Aldo Spinelli che all'epoca dei fatti era il dirigente del Livorno, Perinetti del Siena, Igor Campedelli del Cesena, Ciro Immobile calciatore all'epoca dei fatti della Juventus e del Genoa, Guglielmo Stendardo all'epoca giocatore dell'Atalanta, Massimo Oddo calciatrore del Milan e Lecce, Emanuele Calaiò giocatore del Napoli e del Siena all'epoca dei fatti, Bogdani (Verona, Cesena e Siena), Sculli (Genoa e Lazio), Foggia (Lazio e Sampdoria), Mutu (Fiorentina), Hernan Crespo, Milito, Thiago Motta e Campagnaro (Inter), Denis (Atalanta).