Borse, Europa in rosso: tonfo a Milano, Mps perde il 14,2%

Borse, Europa in rosso: tonfo a Milano, Mps perde il 14,2%

Situazione complicatissima per Monte dei Paschi di Siena, che avvia l'offerta per la conversione dei bond subordinati.

L'allarme del Financial Times ha dunque messo ulteriore benzina sul fuoco delle vendite.

Tra le blue chip italiane solo tre: Terna (su cui Jefferies alza il giudizio da "hold" a "buy"), Atlantia (su cui Jp Morgan conferma un "overweight") e Yoox Net a Porter (che sigla una joint venture in Medio Oriente riscuotendo il plauso di Citigroup) riescono a evitare il rosso. Sul listino principale spicca il titolo di MPS che, dopo una sospensione in asta di volatilità, viaggia in salita dello 4% a 17,98 euro. Si segnala in controtendenza leggermente positiva il titolo della moda on line Ynap (Yoox net a aporter).

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 29 nov - Piazza Affari tenta il rimbalzo dopo lo scivolone di ieri, trainata dal recupero delle banche. La buona notizia per la banca senese è che Generali ha convertito tutti i bond subordinati, ma nel complesso lo scenario resta pieno di incognite. La data di pagamento dell'Offerta sarà stabilità successivamente alla chiusura del periodo di adesione, nei termini indicati nel Documento di Offerta. In occasione dell'aumento di capitale da 5 miliardi di euro Mpsha deciso di adottare "misure di potenziamento dei presidi" che devono "garantire il corretto adempimento degli obblighi informativi e di condotta previsti dalla disciplina Mifid", la normativa che tutela gli investitori allo sportello.

In una nota diffusa stamane, Montepaschi segnalava che i titoli denominati "Euro 699.999.999,52 Noncumulative Floating Rate Guaranteed Convertible Fresh Preferred Securities" non sono oggetto di offerta di conversione in quanto, nell'ambito della relativa consent solicitation, conclusasi lo scorso 25 novembre, non è stato raggiunto il 50% del valore nominale in circolazione. Parte male la seduta per i titoli di Stato sul mercato secondario con lo spread tra Btp e Bund a ridosso di quota 190.