Assassin's Creed: Ubisoft modificherà i canoni degli open world

Assassin's Creed: Ubisoft modificherà i canoni degli open world

In un'intervista con LeMonde, Serge Hascoët di Ubisoft ha parlato dell'importanza della trama e dell'open-world del prossimo capitolo di Assassin's Creed, in arrivo nel 2017.

"Ubisoft tradizionalmente realizza titoli open world dove c'è una specifica trama un po' cinematografica che i giocatori devono seguire". Basti pensare ad Assassin's Creed 2, dove si viene indirizzati attraverso una serie di città, si vivono gli stessi snodi narrativi e, sebbene ci siano delle opzioni, il fulcro dell'esperienza resta sempre piuttosto simile. Pare, infatti, che il nuovo capitolo della saga potrebbe chiamarsi Assassin's Creed Osiris e sembrerebbe essere ambientato nell'Antico Egitto.

Stiamo rendendo la trama meno presente, concentrandoci sulle storie dei singoli giocatori, creando mondi credibili e puntarndo sull'interazione tra i personaggi. "Vedrete che il prossimo Assassin's Creed ne sarà il primo grande esempio". Desideriamo giochi nei quali gli utenti abbiano cose da condividere e possano decidere liberamente come giocare.