Assange accusa Hillary Clinton: fu lei a volere la guerra in Libia

Assange accusa Hillary Clinton: fu lei a volere la guerra in Libia

"Nel documento c'è una descrizione cronologica del processo di distruzione dello Stato libico, al centro del quale si trovava Hillary Clinton" ha detto Assange.

Julian Assange interviene ancora nella sfida presidenziale americana. "Lo schema però, oltre ad essere fallito a livello personale, continua a perseguire il Paese africano, che rimane in uno stato di guerra civile, e anche l'Europa ne paga le conseguenze".

"Se si guarda alla storia dell'Fbi si vede che di fatto è diventata la polizia politica degli Usa".

Julian Assange, il patron di Wikileaks, ha infatti denunciato ad alta voce quello che da anni emerge negli archivi delle mail sottratte all'ex segretario di Stato ed oggi candidata alla Presidenza: la guerra in Libia è stata voluta da Hillary Clinton. Quelle email inoltre hanno mostrato come Donna Brazile - presidente ad interim del Democratic National Committee, l'organo che governa il partito democratico - avesse passato alla campagna di Clinton alcune domande in vista di un dibattito tra candidati alla nomination democratica sponsorizzato da Cnn; successivamente a questa scoperta, il canale ha ufficialmente tagliato i ponti con Brazile, che da quando era arrivata al vertice del Dnc (azzerato tra luglio e agosto scorsi per via di rivelazioni emerse grazie a WikiLeaks) aveva sospeso il suo ruolo di commentatrice.

"Donald Trump alla fine non vincerà le elezioni, non glielo permetteranno: l'establishment sta con Hillary Clinton" dice poi Assange sempre a Pilger. Ed è per questo, secondo il capo di WikiLeaks, che l'Fbi è "sotto pressione" e viene spinta "a intervenire".

Infine, l'informatico si difende rispondendo alle indagini che hanno individuato nella Russia la fonte del materiale pubblicato sul sito."E' falso".

L'informatico poi si dichiara "prigioniero polito dell'Occidente", sostenendo che ci sono "molti altri come lui". "I rapporti tra Clinton e Riad sono davvero profondi", ha sottolineato.