Airbnb lancia Trips. Non più solo case, arrivano le esperienze

Airbnb lancia Trips. Non più solo case, arrivano le esperienze

Airbnb, uno dei principali player della sharing economy, ha presentato oggi, con un intervento di Bryan Chesky a Los Angeles in occasione di Airbnb Open, lo sviluppo più significativo nella sua storia. La società californiana decide di lanciare "Airbnb Trips", la nuova piattaforma dove gli utenti, oltre a prenotare il proprio alloggio per la vacanza, avranno a disposizione un pacchetto turistico a tutti gli effetti. Il nuovo progetto si chiama Airbnb Trips ed è praticamente un'agenzia di viaggi racchiusa ina sola app progettata per rendere i viaggi semplici e magici. A tal proposito il tutto è già attivo in 12 città del mondo, in Italia solo a Firenze, ma durante il prossimo anno il servizio si espanderà in più di 50 città. Ma di "esperienze" di viaggio personalizzate, proposte da persone del luogo per i turisti. Airbnb invece, offrirà una sorta di "tutor" delle esperienze, organizzate non per città, ma per interesse. "Con Airbnb Trips, se avete una passione o un hobby potete condividerli con la comunità". "Vogliamo restituire al viaggiare un tocco di magia, riportando le persone al centro di ogni esperienza". Possono essere attività di qualche ora o di più giorni. C'è l'opportunità di scoprire le gemme nascoste nel Sud Africa, o la possibilità di assistere all'allenamento per la maratona in Kenya. Host che si trasformano in guide turistiche. Ma si può assistere anche a lezioni di burlesque, degustazioni di cibo e duelli con le spade dei samurai. "Il mio più grande desiderio era andare in Lapponia, nel polo Nord, ma mia mamma diceva che era troppo lontano, troppo freddo". A costi accessibili: la metà non supera la soglia dei 200 dollari.

Airbnb cambia anche la sua politica di autenticazione: per partecipare ai "Trips", host e relativi ospiti dovranno fornire una scansione di un documento di identità valido e poi scattarsi un selfie, per permettere al team californiano di procedere all'autenticazione del profilo. In futuro, grazie alla partnership sviluppata con Resy (piattaforma di prenotazione per i ristoranti), si potrà riservare un tavolo direttamente dall'app di Airbnb. Il più showman dei tre fondatori di Airbnb, Brian Chesky ripete, dopo Parigi, la cosa di cui va fierissimo: far vedere foto di lui bambino e il confronto con quello che immaginiamo il viaggio perfetto...e quello che (senza filtri Instagram) è il risultato di un turismo di massa.