Zamparini: "Cessione club per 100 milioni"

Zamparini:

"Sto portando nel Palermo degli investitori cinesi, un fondo di Stato".

Zamparini, però, continuerebbe a far parte del club di viale del Fante ancora per tre-quattro anni con l'intento di "mettere a disposizione di queste persone tutta la mia esperienza maturata negli anni".

Cresce sempre più l'ipotesi di vedere un Palermo cinese.

Il presidente del Palermo, Maurizio Zamparini, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: "Il calcio italiano ha bisogno di investimenti, oggi non ce ne sono più". Accantonata l'idea dell'imprenditore italo-americano Frank Cascio, che sembrava vicino a rilevare la società siciliana, la rinascita del club rosanero potrebbe arrivare, come Inter e Milan, direttamente dalla Cina. Loro hanno dei fondi dove mettono dei capitali ed intervengono nell'economia mondiale.

Zamparini è entrato nel dettaglio del progetto orientale: "L'investimento sarà di 200 milioni: Si parla di 200: 150 per lo stadio, 30 per il centro sportivo e 20 milioni che saranno una sorpresa". Aspettando anche novità per lo stadio: "I lavori inizieranno sul Barbera inizieranno a giugno". E invece il campo sembra stia dando ragione proprio al numero uno friulano, che dopo aver assicurato al Palermo attaccanti del calibro di Toni, Cavani e Dybala, sembra aver messo le mani su un papabile nuovo pezzo pregiato per gli schemi di De Zerbi e in futuro per le casse rosanero. "Sarà lui a mandar via me, nel senso che andrò prima io via da Palermo". Adesso dite che Nestorovski è forte, ma ho sentito un'opinionista che lo reputava una pippa.