Vandalo danneggia due statue basilica di Santa Prassede

Vandalo danneggia due statue basilica di Santa Prassede

Un vero e proprio vandalo che da ieri sera, venerdì 30 settembre, stava creando il panico nelle chiese del centro.

Momenti di follia nella basilica romana di Santa Prassede, nei pressi di Santa Maria Maggiore. Poi ha rovesciato candelieri, teche e si è dato alla fuga. Un uomo di colore, probabilmente in un raptus di follia, ha danneggiato due statue raffiguranti Sant'Antonio e la stessa Santa Prassede, per fortuna non di grande valore artistico.

Santa Prassede è una delle più antiche basiliche romane.

L'uomo è entrato nella Basilica e si è scagliato contro due statue colpendole ripetutamente e danneggiandole. L'uomo, particolarmente alto e robusto secondo le testimonianze, avrebbe urlato frasi sconnesse, dicendo ad esempio che si starebbe facendo un uso sbagliato delle immagini sacre. - Stando a quanto riferito dalla Questura di Roma, si tratta di un 39enne ghanese con numerosi precedenti di polizia, ma regolare nel territorio italiano, la cui posizione e' al vaglio degli investigatori. Questa mattina intorno alle ore 10,10 una nuova segnalazione di un analogo atto vandalico all'interno della chiesa di San Vitale, in via Nazionale, e dopo pochi minuti un'altra dalla chiesa di San Giovanni, in piazza dell'Oro. Le pattuglie dei Commissariati di zona e del reparto Volanti, con le descrizioni fornite dai testimoni, tutte molto simili, hanno "battuto" le vie del centro storico riuscendo ad individuarlo in via di Ripetta.