Usa 2016, Hillary Clinton vince il primo dibattito presidenziale

Usa 2016, Hillary Clinton vince il primo dibattito presidenziale

Hillary ha controbattuto affermando: "Ha cercato di sviare dall'aspetto alla 'forza', ma questo è un uomo che ha chiamato le donne scrofe, sciattone e cagne".

Ma - rovescio della medaglia - un Trump senza l'arma della provocazione e del politicamente scorretto ha reso la serata più agevole per Hillary Clinton, mai messa seriamente sotto pressione e in grado di gestire la situazione con grande serenità e sicurezza.

Non è solo il peso messicano ad aver sancito la vittoria della Clinton nel dibattito con Donald Trump.

Quando il moderatore ha chiesto a Trump se voglia finalmente rendere pubblica la propria dichiarazione dei redditi (finora ha rifiutato), il candidato repubblicano ha risposto che lo farà quando Hillary diffonderà le "33mila email che ha cancellato".

Comunque sia, poco dopo la sfida mancata all'OK Corral televisivo nella Hofstra University di Long Island, Hillary Clinton si è rivolta ai suoi sostenitori a Hempstead, New York, palesando la sua soddisfazione al termine di un dibattito atteso e temuto, come vuole la tradizione nei confronti di un candidato in vantaggio nei sondaggi, sia pur leggermente, e che quindi ha tutto da perdere nel quadro di un incontro tanto insidioso. Sul cambiamento climatico, Clinton ha poi deriso Trump che ha sostenuto che sarebbe una bufala fatta circolare dai cinesi.

Ormai ci siamo, con il primo dibattito tra i due candidati in corsa le elezioni presidenziali USA entrano nel vivo. Di diverso avviso i lettori del Washington Post-Abc per i quali la candidata democratica è ritenuta onesta dal 36% degli elettori a fronte del 45% di preferenze per Donald Trump.

"Si dice che sia il primo faccia a faccia che conta, lo si guarda interamente per novanta minuti, anche se con fatica, il secondo registra un calo cosiderevole, nel terzo c'è una leggera ripresa". Trump ha inoltre attaccato Hillary anche sulla sua salute: "Non ha la tempra e l'energia per fare il presidente".

Pochi sanno però che ben il 41% degli intervistati della CNN ha dichiarato di essere del Partito Democratico USA mentre appena il 26% era repubblicano. Valutazioni e dati che sono da valutare con cautela, vista la relativa scarsa influenza sulla campagna presidenziale. I due sfidanti alla Casa Bianca si sono scontrati su economia, sicurezza, politica estera, questione razziale, e hanno confermato due visioni opposte sul futuro da costruire. "Nove milioni di persone hanno perso il loro posto di lavoro", la controrisposta di Hillary Clinton: "L'ultima cosa di cui abbiamo bisogno è tornare alle politiche che hanno fallito".