Trump vs Clinton, chi ha vinto? Sondaggio Time è chiaro: Donald

Trump vs Clinton, chi ha vinto? Sondaggio Time è chiaro: Donald

Il 49% degli intervistati ha detto che la candidata democratica ha vinto il dibattito, il 26% ha preferito il repubblicano e il 25 è indeciso. Soltanto l'1%, infine, non si è espresso sul dibattito. Un faccia a faccia che, secondo i sondaggi istantanei effettuati dalla CNN, ha visto la Clinton nettamente in vantaggio.

I due candidati, Hillary Clinton per i democratici e Donald Trump per i repubblicani, non si risparmiano colpi, nonostante le loro famiglie fossero amiche fino a pochi anni fa. Nel corso di 90 minuti di confronto, moderato da Lester Holt sulla Nbc, non ci sono state pause. Ma Trump si è detto comunque certo che "ci vuole una gran tempra" per poter essere il Commander in chief e lei non ce l'ha. Troppa la paura di sbagliare. Da parte sua, Clinton ha ripetutamente rimproverato Trump per la sua impreparazione accusandolo al contempo di nascondere informazioni sui suoi debiti con Wall Street e le banche estere. La mimica ha rischiato di tradire il repubblicano, che si è sforzato di mantenere un certo autocontrollo.

La vigili del dibattito televisivo alla Hofstra University, poco fuori New York, è stata piena di veleni, è previsto un record storico di audience con 100 milioni di telespettatori. Gli osservatori hanno affidato la vittoria a Clinton, ma Trump ha certamente saputo tenere testa alla rivale.

Trump al contrario ha avuto un atteggiamento molto diverso.

Per quanto riguarda le tematiche internazionali, Hillary ha fatto notare che Donald non conosce gli elementi base del ritiro Usa dall'Iraq e ha rivendicato l'accordo sul nucleare iraniano: "Quando sono diventata segretario di Stato, l'Iran era a un passo dall'avere la bomba atomica".

La serata era cominciata bene per Trump, che ha potuto giocare inizialmente sul terreno dell'economia alcune delle sue carte tradizionali. Per la cronaca Trump, completo blu notte e cravatta blu elettrico, accusa Barack Obama e Hillary Clinton di aver lasciato un'America senza leadership e di aver prodotto quel "disastro" in Medio Oriente che ha dato vita all'Isis. Il tycoon, anche in questo caso, ha cercato l'affondo cambiando argomento.

Hillary Clinton ha invece parlato più in generale di "questione razziale" definendola "una delle grandi sfide del nostro paese". "Io ho il carattere da vincente". L'ex segretario di Stato e prima donna d'America ha messo a frutto le proprie impareggiabili esperienze. "Ma le parole sono importanti" ha puntualizzato la Clinton. In tutte queste espressioni ha accostato il nome della Clinton al fallimento in cui si trovano gli Stati Uniti.

Clinton: "Donald mi critica per essermi preparata per il dibattito".