"Trump ci molestò", così due donne al New York Times

Yahoo news riferisce che questa ha definito Trump 'misogino' in un post su Facebook.

Lui nega e minaccia azioni legali. "Era come un polipo", ha sostenuto la donna affermando che il magnate, allora non ancora in possesso di una flotta privata di aerei mise le mani sul suo seno e tentò di infilarle anche sotto la gonna.

Una delle due donne è Jessica Leeds, 74 anni, che ha raccontato di aver viaggiato accanto a Trump su un volo per New York, durante il quale il candidato repubblicano avrebbe sollevato il bracciolo del sedile per toccarla.

Due donne accusano Donald Trump di averle molestate. La donna in passato aveva raccontato l'episodio a familiari ed amici e ha dalla sua anche il racconto del suo accompagnatore, il fotografo Ken Davidoff, che ricorda bene come lei lo prese da parte, dopo il presunto incidente, per raccontargli l'accaduto.

La seconda donna, Rachel Crooks, dell'Ohio, era una receptionist di 22 anni di Bayrock Group, una società immobiliare nella Trump Tower a Manhattan, dove incontrò il tycoon fuori di un ascensore una mattina del 2005.

Lo staff della campagna elettorale di Hillary Clinton ha detto che le storie del New York Times "si inseriscono purtroppo in tutto ciò che già sappiamo sul modo in cui Donald Trump tratta le donne".

Rischia di aggravarsi la posizione di Donald Trump che, dopo aver liquidato come 'chiacchiere da spogliatoio' un video del 2005 in cui si vantava volgarmente delle sue conquiste femminili, è stato accusato da tre donne di aver messo loro le mani addosso.

Non si può dire sia la classica sorpresa di ottobre, quell'evento delle elezioni americane che arriva il mese prima del voto presidenziale e cambia il volto della corsa alla Casa Bianca.

Una difesa più articolata ma terribilmente goffa è stata invece portata avanti da Katrina Pierson, una delle portavoce della campagna di Trump, che ha spiegato in diretta televisiva che nei primi anni Ottanta, quando Leeds dice di essere stata aggredita da Trump, i sedili degli aerei avevano braccioli fissi e quindi Trump non avrebbe mai potuto fare quello di cui è accusato.

Come se non fossero abbastanza le tre testimonianze precedenti, nelle ultime ore è spuntata una quarta accusatrice, Cassandra Searles, Miss Washington 2013. La donna ha dichiarato al Palm Beach Post che sarebbe stata molestata da Trump a Mar-a-Lago, un resort vicino a Palm Beach che ha ospitato Trump in occasione di un comizio e di aver deciso di uscire allo scoperto dopo aver ascoltato le smentite di Trump nel dibattito tv di domenica scorsa. "Mi toccava continuamente il fondoschiena e mi ha invitato nella sua stanza d'hotel".