Toscana, Tar non ha annullato gara trasporto pubblico locale

Toscana, Tar non ha annullato gara trasporto pubblico locale

Il Tar annulla l'assegnazione della maxi gara regionale del trasporto pubblico.

Il Tar infatti - si legge nella sentenza - "accoglie il ricorso principale e il ricorso incidentale": il primo (presentato da Mobit) riguarda "l'ammissione alla gara dell'aggiudicataria Autolinee Toscane e, comunque, la mancata esclusione della sua offerta, asseritamente non rispondente ai requisiti prescritti dalla lettera di invito a pena di esclusione", mentre il secondo (presentato da Autolinee Toscane) "contiene censure dirette a far valere, per l'ipotesi di accoglimento dell'impugnazione principale, l'illegittima ammissione alla gara di Mobit, unitamente ai presunti vizi escludenti dell'offerta da essa presentata". Nel contenzioso che opponeva Ratp, la multinazionale francese cui la Regione aveva aggiudicato la vittoria della gara per la concessione del servizio bus, a Mobit che le aveva fatto ricorso, non vince nessuno. Nel proprio ricorso Mobit chiedeva l'annullamento dell'aggiudicazione della gara per vari motivi tra i quali quello accolto sarebbe legato a un'erronea modalità di calcolo degli indici finanziari che non rispetterebbe le linee guida dettate dal bando. Anche il Tar dice che l'annullamento non si estende alla previsione della gara. Perché l'aggiudicazione vada in porto, la Regione dovrà chiedere ai due concorrenti, Mobit e Autolinee Toscana, di riformulare i due piani di sostenibilità finanziaria. Rossi ha auspicato e lanciato un appello, affinché "i due concorrenti evitino di aggravare con ulteriori ricorsi una procedura già abbondantemente appesantita". Più che pagare gli avvocati paghino qualcuno per rifare i piani finanziari. Rossi ha poi sottolineato che "è 5 anni che stiamo dietro a questa gara, ora basta con le carte da bollo". "Auspico che entro pochi mesi si firmi un contratto con il migliore".

Una bufera si abbatte sul trasporto pubblico locale della Toscana.

"Poi serve il mea culpa di Rossi e Partito Democratico: dopo Toremar siamo all'ennesima gara decisa dal TAR regionale".