Tom Hanks e Ron Howard presentano Inferno a Firenze

Tom Hanks e Ron Howard presentano Inferno a Firenze

Per l'anteprima mondiale del film, che arriverà nelle sale italiane il 13 ottobre, siamo giunti a Firenze per assistere in anteprima alla proiezione del film e per seguire la conferenza stampa a Palazzo Vecchio, uno dei luoghi centrali al centro delle vicende che vedranno, ancora una volta, coinvolto il professor Robert Langdon (Tom Hanks) che dovrà questa volta salvare l'umanità intera. In occasione della prima del film alcune immagini di "Inferno" saranno proiettate nel fiume Arno in prossimità di Ponte Vecchio nella notte del 5 ottobre: lo spettacolo sarà visibile da Lungarno Torrigiani e Lungarno Diaz e darà il via a una quattro giorni interamente dedicata alla pellicola. "E l'opportunità di ambientarlo in un museo a cielo aperto come Firenze era irripetibile". In una corsa contro il tempo che ha per sfondo tutta l'Europa e in particolare, ovviamente, la città di Firenze, i due cercheranno di sventare un pericoloso complotto. E poi conserva un senso di mistero. Sappiamo tutti che cosa è avvenuto in Medio Oriente negli ultimi anni, al modo in cui abbiamo cercato risposte semplicistiche a problemi complessi.

"Ci può essere un nuovo illuminismo solo se non smettiamo di porci costantemente domande". Sui canali social di Italo infatti si potranno scaricare e condividere i contenuti esclusivi del film come foto e video mentre a bordo treno, sul portale Italolive, i viaggiatori potranno "sbirciare" nel backstage del film grazie ai contenuti extra che comprendono i vari video del "making of" di Inferno e le interviste fatte al regista e agli attori. In un certo senso noi stiamo ricreando l'Inferno di Dante. La mia idea di inferno? "Che non si realizzi a pieno il potenziale di ogni minuto". "La mattina andavi a lavorare con voglia". Mi è piaciuto il carattere internazionale del film: abbiamo girato in vari continenti, in diverse lingue. Omar Sy sottolinea invece l'importanza della "fiducia che si è instaurata tra le persone che hanno lavorato al progetto".