Terremoto, nuova scossa magnitudo 5.9 tra Perugia e Macerata

Terremoto, nuova scossa magnitudo 5.9 tra Perugia e Macerata

Alle 19.55 è stato poi registrato un altro terremoto di magnitudo 3.0 con epicentro a Norcia, in provincia di Perugia, a una profondità di 9,1 chilometri.

Oltre alla persona rimasta ferita a Visso e trasportata all'ospedale di Camerino, nel corso della notte sono state decine le persone che hanno richiesto assistenza medica presso le strutture sanitarie della zona.

Numerose le criticità anche sulle strade provinciali: la SP134 è stata chiusa tra Visso e Castel Sant'Angelo sul Nera per caduta massi e tra Villa Sant'Antonio e Muccia per edifici pericolanti e caduta massi, coma la SP135 tra Visso e Ussita. Alcuni crolli pare si siano registrati anche nella capitale. Lo ha detto all'ANSA il sismologo Alessandro Amato, dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

Nuova scossa localizzata ad Ussita (Macerata): scene di panico, tutti al buio e gente in strada.

Il terremoto ha interessato tutto il centro Italia.

Secondo le prime notizie provenienti dall'area la scossa è stata molto forte e avvertita distintamente fin sulla costa adriatica, a San Benedetto del Tronto, Ancora e Pesaro. Tantissime anche le chiamate ai vigili del fuoco.

La forte scossa di terremoto è stata avvertita distintamente anche a Roma.

Il dirigente della Protezione Civile delle Marche, Cesare Spuri, citato da Sky Tg24, ha riferito di "un importante problema sulla Salaria", ma al momento non ha potuto specificare cosa sia accaduto, sottolineando che ancora si sta valutando la situazione.