Samsung interrompe la produzione del Galaxy Note 7

Samsung interrompe la produzione del Galaxy Note 7

I numerosi incidenti che hanno coinvolto il nuovissimo Samsung Galaxy Note 7 potrebbero aver costretto il colosso sudcoreano a sospendere la produzione del dispositivo.

La notizia non è ancora stata confermata o smentita da Samsung. Ma la cosa più interessante è che lo stop non è stato preso da Samsung, ma in realtà è stato fatto un'accordo con delle compagnia di sicurezza di USA, Cina e Corea per mettere stop alla produzione.

Proseguono senza sosta le indiscrezioni riguardanti il prossimo top di gamma Galaxy S8 della casa produttrice Samsung.

Leggi tutti i divieti su Samsung: Galaxy Note 7 vietato in tutto il mondo.

Il volo 994 della Southwest Airlines da Louisville a Baltimora è stato evacuato la mattina del 5 ottobre a causa del fumo che usciva da uno smartphone Samsung Galaxy Note 7. Il dispositivo esploso era stato considerato sicuro da Samsung, ma a quanto sembra tanto sicuro non era.

Chi ha acquistato un Galaxy Note 7, prima dell'avvio della campagna di richiamo, ha diritto a chiedere la sostituzione del prodotto o un rimborso totale per il proprio acquisto. "L'ho appena saputo", si legge nel messaggio che un responsabile Samsung ha, per sbaglio, inviato a Klering, "posso provare a rallentarlo se pensiamo che possa essere utile, oppure gli lasciamo fare quel che minaccia di fare e vediamo se lo fa davvero". In Italia il problema è relativamente limitato, perché la sospensione delle vendite è stata decisa nello stesso giorno in cui era iniziata la distribuzione. In tale ottica, per Samsung Galaxy Note 7 ma non solo, per l'azienda nel complesso, la soluzione adatta sarebbe il ritiro dello smartphone dal mercato, in modo da evitare ulteriori danni d'immagine, visto che continuano ad esserci problemi anche con i device etichettati come sicuri.