Salvini: "Lega contro unioni civili, sindaca Oderzo sbaglia"

Salvini:

Rischia l'espulsione per aver seguito e rispettato la legge.

Adesso tocca a Salvini verificare l'impatto della linea politica sui casi concreti. Succede ad Oderzo, dove il sindaco del Carroccio Maria Scardellato, eletto nella tornata elettorale di giugno ha celebrato un matrimonio gay. Ci siamo sentite bene, siamo state accolte con il sorriso e senza pregiudizi. Dalla nostra esperienza possiamo solo dire che in Italia ci vorrebbero molti più sindaci come questi. Si tratta di Silvia Susanna, sindaco leghista di Musile di Piave, che ancor prima del sindaco leghista di Oderzo aveva unito civilmente due donne. Ma nel frattempo sono spuntate le dichiarazioni del segretario del Carroccio, Gianantonio Da Re, che ha assicurato che non era stato messo al corrente del fatto, se non che l'unione sarebbe stata celebrata da un funzionario dell'anagrafe. Quindi se la sindaca scientemente si è prestata a questo giochino sicuramente ha poco a che fare con la Lega. La gioia dei due "sposi" si scontra però con una polemica durissima sollevata dal segretario provinciale Dimitri Coin: "Scardellato si pone fuori dal partito - afferma, netto -". Dunque no, non ci saranno provvedimenti né nei confronti di Scardellato, né nei confronti di Susanna, anche se certo hanno fatto arrabbiare la segreteria e anche parecchi militanti. E' un contratto previsto per legge.

Ma questa volta Salvini non potrà dare cosi facilmente sfogo alla sua ira: Susanna è legata all'ex sindaco di Musile, Gianluca Forcolin, attuale vice Zaia in Regione. In tempi non sospetti Maria Scardellato aveva annunciato tutta l'intenzione di celebrare nozze gay. Ho celebrato un'unione civile. Non ho ricevuto nessuna imposizione a questo riguardo.

Spiega proprio Da Re, che pure ha fama di segretario dal pugno di ferro: "Questa è una fase in cui è più importante costruire che distruggere". Intervistate dalla Tribuna di Treviso, Beatrice e Lucia hanno dichiarato: "Siamo pronte a scendere in piazza e a protestare". Poi la svolta con la fondazione della società di ingegneria Iside srl dove è stata Amministratore Delegato e Direttore Tecnico. Sotto il partito fondato da Umberto Bossi ha rivestito il ruolo di assessore ai lavori pubblici nella giunta del sindaco Pujatti per poi diventare anche primo cittadino della città.