Rottamando Equitalia. Renzi: "Voltiamo pagina nel rapporto fisco-cittadino"

Rottamando Equitalia. Renzi:

Il processo di archiviazione di Equitalia durerà all'incirca sei mesi. Dalla contestata uscita di scena di Monte dei paschi di Siena, passando per il "consulenzificio" che ha annoverato anche nomi illustri, compreso quello della moglie del ministro Alfano, passando per le scarsissime percentuali di riscossione effettiva e, per ultimo, dalle furenti polemiche tra l'amministratore Fiumefreddo e l'intera Assemblea regionale. I compiti di Equitalia entreranno nell'attività dell'Agenzia delle Entrate.

Il nuovo metodo di riscossione verrà affidato interamente all'Agenzia delle entrate e, almeno nelle dichiarazioni, sarà più soft verso i contribuenti. Piuttosto - come scrive il Sole 24 Ore di stamattina - si tratterà di "un'Agenzia rinnovata nel segno di quanto indicato e caldeggiato dai rapporti presentati la scorsa estate da Fmi e Ocse, per i quali era necessario una maggiore autonomia gestionale". L'operazione "cartella scontata" dovrebbe riguardare la quasi totalità dei crediti che Equitalia ha l'incarico di riscuotere. Una cifra consistente, che esclude però le contestazioni relative all'IVA, perchè di competenza comunitaria. Nella conferenza stampa successiva all'approvazione della legge di stabilità in Consiglio dei ministri, Matteo Renzi ha delineato in maniera spiccia il futuro di Equitalia. Dubbi anche sulle cartelle emesse per il mancato pagamento dell'Iva, che è un'imposta di valore europeo, poiché una parte del suo gettito è impiegata per finanziare il bilancio Ue.

Bisogna infine tener conto di una situazione particolare, ovvero quella dei Comuni che negli anni passati, per rinvigorire un po' le casse pubbliche, hanno proposto, in accordo con Equitalia, forme personalizzate di rottamazione multe, così come a Roma e Milano. Non tutto, però, sarà rottamabile. A sparire dovranno essere gli interessi di mora che finora partivano da quando la cartella veniva notificata. Ad oggi, anche pagando entro il termine di 60 giorni, questo onere corrisponde al 3% della somma dovuta e dopo due mesi raddoppia al 6%.

Addio alle sanzioni di Equitalia per le pendenze con il fisco (Irpef, Iva, ecc.), Inps, Inail mentre sulle multe si continueranno a pagare compreso il relativo aggio per la riscossione.

Chi ha rateizzato le cartelle potrà godere dei nuovi vantaggi perché la somma dovuta, al netto degli interessi, sarà ricalcolata.

Lo sconto sulle cartelle riguarderà i carichi pendenti al 31 dicembre 2015; gli importi per regolarizzare la propria posizione potranno essere versati entro 1 anno, il tempo stabilito per la durata di questa rottamazione. Il nuovo piano di rottamazione delle cartelle durerà un anno. L'azzeramento delle sanzioni e degli interessi di mora, infatti, dovrebbe consentire un accelerazione dei consumi e, di conseguenza, una ripresa economica, dal momento che gli italiani torneranno a disporre del potere di acquisto perso nel corso degli ultimi anni.