Raiola gioca con il Milan: "Donnarumma resta? Dipende…"

Raiola gioca con il Milan:

E dal nulla nasce un capolavoro. "Ha 17 anni, ma una maturità da veterano, è molto serio ed educato".

Gianluigi Donnarumma potrebbe lasciare il Milan: a lasciar trapelare l'ipotesi è il suo agente, Mino Raiola. "Ha tutto per diventare il più forte portiere del mondo e voglio misurare quanta passione metteranno i cinesi per costruire un grande Milan con Donnarumma", nel corso di un'intervista rilasciata al Corriere dello Sport, Raiola mette in luce i primi 'mal di pancia' sul futuro del giovanissimo portiere del Milan. Pilastro del futuro Milan 'cinese'? Va bene presentarsi con una montagna di denaro, ripianare i debiti, riorganizzare la società, ma io voglio misurare quanta passione ci metteranno i nuovi padroni. A partire proprio dalla Juve: "E' un fenomeno unico in Italia. Alla Juve ognuno sta al proprio posto, sa ciò che deve fare e lo fa al meglio". In Costa Azzurra ha trovato un ambiente familiare, un presidente che lo sostiene, un allenatore consapevole quanto sia importante rilanciare un attaccante del suo valore.

Ieri ad esempio è toccato a Tuttosport, notoriamente un giornale di "partito" e quindi per questo da prendere con le molle su questioni legate alla Juventus, sparare una notizia - purtroppo già letta da più parti nelle ultime settimane - che ha scosso dalle fondamenta l'universo rossonero. "Ha una grinta spaventosa". Il 2017 può essere l'anno di Balotelli. Quando è al 100% della condizione, è fra i migliori primi quattro attaccanti al mondo. Pogba? Soltanto una questione di tempo, è normale pagare un pedaggio all'ambientamento in una realtà così diversa da Torino.

Reduce da un estate da protagonista con trasferimenti d'oro, vedi il passaggio di Pogba dalla Juve allo United, Mino Raiola è sempre più in fermento, anche in vista del mercato invernale.

La lista di giovani talenti made in Italy continua, con De Sciglio ormai affermatosi, Locatelli, Calabria e Plizzari, per non parlare dei vari Suso, Romagnoli e Niang, anche se non formatisi in casa Milan.