Putin a tutta Duma: prove tecniche per il 2018 col nodo astensione

Putin a tutta Duma: prove tecniche per il 2018 col nodo astensione

L'episodio più eclatante è arrivato, però, da Rostov-sul-Don - nel sud del Paese - ed è fissato in un video su Youtube, che sta facendo il giro della Rete: si vede chiaramente una donna inserire nell'urna un pacchetto di schede, mentre altre tre, probabilmente scrutatrici di seggio, cercano di coprirla, non consapevoli probabilmente dell'esistenza di una telecamera laterale.

Per il direttore del Centro di ricerca sull'opinione pubblica russa (Vciom), Valery Fedorov, Russia Unita è scesa dal 45 al 39 per cento: "È stata una tendenza costante, ma non rapida". Oltre a "Russia Unita", c'è qualche altro partito che è significativo sulla scena politica russa? Per esempio il governo russo ha nominato a capo della commissione elettorale Ella Pamfilova, un'esperta di diritti umani ammirata anche dall'opposizione. "Nei seggi ci sono troppe persone, tra rappresentanti dei partiti e membri del collegio elettorale, che vanno da un minimo di 9 a un massimo di 16", ha raccontato l'osservatore.

Pamfilova, che alla vigilia del voto ha promesso le dimissioni in caso di "fiasco", ha concluso che le elezioni sono da considerarsi "legittime" sebbene non "immacolate" e attende il rapporto dell'Osce. Tutto ciò nonostante le attese flessioni di alcuni partiti storici come il governativo Russia Unita o il Partito Comunista della Federazione Russa, non porterà dunque ad un mutamento degli equilibri tale da ritoccare il sistema. Tutti e quattro, sebbene con alcune peculiari differenze, a sostegno della politica del Cremlino. "L'affluenza non è la più alta che abbiamo visto, ma è alta" (sebbene si sia fermata al 40%, ndr) ha continuato Putin, prendendo la parola in una visita a sorpresa al quartier generale del movimento nella notte elettorale. Con queste risorse il governo non ha potuto soddisfare le promesse di aumentare le pensioni e ridurre la disoccupazione. In base alle proiezioni, Russia Unita dovrebbe ottenere almeno 338 seggi alla Duma su 450, una maggioranza schiacciante. Quali sono le emergenze che deve affrontare il Paese? Al secondo posto i nazionalisti del Ldpr con il 15,3% delle preferenze, terzo il partito d'ispirazione comunista con il 14,9% dei consensi e quarto Russia Giusta, il partito socialista, con l'8% dei voti.

Malgrado il malessere economico della Russia e le sue tensioni con l'Occidente a seguito dei conflitti in Ucraina e in Siria la povera affluenza dei cittadini al voto riflette la diffusa apatia e noncuranza degli elettori. Per quanto siano già state definite le "elezioni più noiose della storia russa", il risultato di Russia Unita avrà sicuramente un certo peso sulle prossime elezioni presidenziali, stabilite per marzo 2018, ma che, come ha fatto trasparire il Cremlino, si potrebbero anticipare già al 2017. E' un esame importante per la Russia di Putin, che ha cambiato volto negli ultimi quattro-cinque anni. Attualmente studia Relazioni Internazionali presso la LUISS Guido Carli di Roma.