Poliziotto lecchese investito da un pusher: è grave

Poliziotto lecchese investito da un pusher: è grave

È ricoverato in prognosi riservata un poliziotto della squadra mobile di Lecco di 33 anni, investito volontariamente da un marocchino accusato di spaccio di droga che l'agente doveva arrestare.

L'episodio è avvenuto ieri, venerdì, poco prima di mezzogiorno, a Mariano Comense (Como), durante un'operazione antidroga. A quel punto il sospettato ha tentato la fuga, ha messo in moto investendo con la propria vettura il poliziotto per poi riuscire ad allontanarsi facendo perdere le proprie tracce. Gli inquirenti hanno deciso di attenderlo. Lo straniero, non appena gli è stata aperta la portiera dell'auto, avrebbe inserito la retromarcia colpendo uno dei due poliziotti che si trovavano accanto all'auto, urtandolo una seconda volta con la portiera, quando l'auto è ripartita in direzione contraria, riuscendo a fuggire. E' stato trasportato in ospedale a San Fermo della Battaglia in elisoccorso, dove le sue condizioni sono apparse ancora più gravi di quanto sembrato in un primo momento.

Il poliziotto è rimasto a terra con un grave trauma cranico, che gli ha prodotto un vasto ematoma, oltre ad alcune fratture. Con l'aiuto anche degli elicotteri, i carabinieri della Compagnia di Cantù e gli agenti sia della Squadra mobile di Lecco che di Como hanno dato vita a un'imponente caccia all'uomo in tutta la zona per rintracciare il fuggitivo.