Pensione anticipata: quanto costerà ai docenti con Ape e Ape agevolato

Pensione anticipata: quanto costerà ai docenti con Ape e Ape agevolato

Secondo la legge attuale, nel triennio compreso tra il 2016 e il 2018 i lavoratori precoci potrebbero andare in pensione solo dopo 42 anni e 10 mesi di contributi, che si riducono a 41 anni e 10 mesi nel caso delle lavoratrici precoci. Circa le critiche della Cgil verso la soglia dell'Ape sociale, cioe' i 30 anni di contributi richiesti ai disoccupati e i 36 ai lavoratori delle attivita' gravose "Nel verbale coi sindacati c'e' scritto che l'Ape sarebbe andata a chi aveva diritto a una pensione "d'importo non inferiore a un certo limite". Sulla previdenza - ha rivendicato Nannicini - ci saranno 7 miliardi, quindi più dei 6 annunciati. Agostino Siciliano, Segretario nazionale Uil Pensionati, nel corso degli unitari di Spi, Fnp, Uilp regionali e provinciali riunitisi a Mestre ha affermato che l'accordo con il Governo "va visto nei suoi lati positivi: aumento della platea di beneficiari della 14esima, equiparazione della no tax area tra pensionati e lavoratori, uscita agevolata dal lavoro per i lavoratori precoci".

L'anticipo pensionistico sociale pensato dal Governo si pone come obiettivo l'ammorbidimento dei requisiti imposti dalla riforma Fornero, fornendo una sorta di soluzione a costo contenuto per quei lavoratori che, con l'entrata in vigore della legge, entrarono a far parte della categoria degli esodati, ovvero quei lavoratori senza più un'occupazione, senza sostegni al reddito e impossibilitati ad andare in pensione con le vecchie regole nonostante l'età avanzata. E per loro ci sono interventi su decontribuzione, produttività, formazione, accesso all'università, partite Iva e cumulo gratuito. La si potrà chiedere a costo zero fino a 1.500 euro lordi, circa 1.200 euro netti. È difficile trovare un edile che abbia 36 anni di contributi regolari. Mettere il limite sui contributi e' pero' piu' equo, perche' agevola chi ha carriere lunghe ma redditi bassi. Quanto, invece, al reddito per accedere all'Ape social "Andava costruito un punto di equilibrio rispetto alle risorse che avevamo a disposizione tenendo presente tre parametri: il tetto dell'intervento pubblico, gli anni di contributi e le categorie di lavoratori interessati".

Per l'Ape aziendale, infine, a pagare il rimborso ventennale dell'anticipo dell'uscita, sulla base di specifici accordi tra le parti, sarà il datore di lavoro. Per accedervi "bastera' avere i requisiti". Ma e' un elemento tecnico, puramente ipotetico. Questi lavoratori precoci potranno godersi la meritata pensione con 41 anni di contributi. "E in questa chiave anche le politiche sociali, su cui tanto stiamo investendo innanzitutto per una questione di equita', sono utili perche' rafforzano il clima di fiducia".

"Questo rischio non c'è se c'è la politica che si assume la responsabilità delle scelte". "Il requisito per cui devi finire gli ammortizzatori prima di accedere all'Ape sociale è stato messo proprio per limitare comportamenti di questo tipo".

Previste poi "agevolazioni per l'accesso al pensionamento per i lavoratori con anzianità contributive in più gestioni prevedendo il cumulo dei periodi assicurativi senza oneri aggiuntivi per gli stessi", "potenziamento delle agevolazioni per l'accesso al pensionamento dei lavoratori sottoposti ai lavori usuranti".