Nato, Stoltenberg annuncia: "Soldati italiani lungo il confine con la Russia"

Nato, Stoltenberg annuncia:

"Faranno parte di uno dei quattro battaglioni dell'Alleanza schierati nei Paesi baltici". Pochi uomini, presenza "simbolica" in una forza "simbolica" da quattromila unità. "La missione ha la funzione di prevenire un eventuale confillto" conclude Stoltenberg che ieri è stato a Roma per il 50esimo anniversario del Nato Defense College in Italia.

Per Stoltenberg "l'approccio della Nato con la Russia deve essere 'difesa e dialogo', non 'difesa o dialogo'". L'ex premier norvegese ha annunciato che, sempre nel 2018, "l'Italia sarà nazione guida nel Vjtf", la Task Force di azione ultrarapida, la "punta di lancia" in grado di intervenire in cinque giorni in caso di emergenza sulla frontiera Est. "Conservare la pace. Per questo anche il linguaggio è importante e io non farò nulla per aumentare le tensioni", ha promesso Stoltenberg. "Anche perché non vedo minacce imminenti per gli alleati". E accompagnato da un fragoroso applauso è sceso dal palco andandosi a sedere in platea.

"Apprezzo pienamente l'ottimo contributo dell'Italia all'Alleanza". E ha quindi aggiunto: "Non siamo nella Guerra fredda, ma non c'è nemmeno il partenariato a cui lavoriamo da anni". Ospita molte installazioni, a partire dal comando di Napoli. "Attraversiamo un territorio nuovo, è un sistema di relazioni con Mosca mai visto sinora". A ricevere le autorita' e' stato il Comandante della struttura, il generale di divisione Janusz Bojarski, insieme alle massime cariche politiche e militari nazionali e Nato, tra cui il ministro della Difesa Roberta Pinotti, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, e il presidente del Comitato militare della Nato, generale Peter Pavel.

"Non voglio speculare troppo sulle sue ragioni". È il vecchio sistema, il sistema di Yalta in cui le potenze si spartivano l'Europa. Ma, ha detto con forza il presidente della Repubblica, "nessuno può riportare indietro la storia".

"Nel 2016 per la prima volta da tempo ha aumentato la spesa per la Difesa".

"Abbiamo accolto con rinnovato ottimismo la decisione presa a Varsavia di reindirizzare l'operazione "Active Endeavour" presente nel Mediterraneo - ha spiegato Mattarella - verso un'operazione denominata "Sea Guardian".