Multe e bollette si pagheranno in farmacia

Multe e bollette si pagheranno in farmacia

Dopo il passaggio dalla distribuzione di medicine all'erogazione di farmaci e servizi sociosanitari, i farmacisti si preparano a una nuova iniziativa: far pagare i bollettini postali direttamente con Pos al banco.

La farmacia in Italia si candida ad allargare la gamma di servizi offerti al cittadino.

Una novità assoluta per il nostro Paese, come ha voluto sottolineare Gioacchino Niccolosi (nella foto) vicepresidente nazionale di Federfarma e "padrone di casa" della manifestazione, nella sua qualità di presidente dell'associazione dei titolari di Catania. Il nuovo progetto "Farmacia 4.0" è stato presentato a Pharmevolution, la convention di tre giorni dedicata alla farmaceutica che si è svolta a Catania. In questi centri, dove il 90% della popolazione è costituito da anziani, pagare la bollettadell'Enel, del gas o anche una multa, può diventare un problema reale. Non dimentichiamo che le farmacie ruralie quelle dei piccoli centri sono spesso l'unico presidio sociosanitario rimasto in comuni che, inun'ottica di spending review, hanno subìto il taglio delle strutture sanitarie dell'Asp e degli ufficipostali.