Mugello - Gara 2 Zanardi da sogno, Venturi-Gai campioni

Mugello - Gara 2 Zanardi da sogno, Venturi-Gai campioni

Dopo 15 mesi di assenza dal mondo dell'automobilismo (ultima apparizione alla 24 ore di Spa Francorchamps), Alex Zanardi tornato alla vittoria.

Per Zanardi, si tratta del ritorno su un'auto da corsa dopo un anno in cui si è preparato con la handbike per le Olimpiadi di Rio, dove ha conquistato una medaglia d'oro e una d'argento.

Subito il terzo tempo nelle prove libere al Mugello per Alex Zanardi (Bmw M6), che questo fine settimana sarà al via delle ultime due corse del campionato italiano 2016 Gran Turismo nell'autodromo toscano. Partito dalla seconda piazza, Zanardi (Bmw M6) ha condotto la prima parte di gara in 3/o posizione, dietro a Marco Mapelli (Audi R8 LMS) Niccolò Schirò (Ferrari 488). Dopo aver effettuato la sosta ai box, però, è uscito in testa alla corsa, riuscendo a respingere nelle ultime curve l'attacco della Ferrari che Schiro' aveva intanto passato a Jaime Melo.

Come quando è in pista, lo sguardo di Alex è rivolto avanti, alla strada ancora da percorrere, alle sfide ancora da vincere, ecco perché lui, Zanardi, non si vuole fermare e con ogni probabilità, manca solo l'ufficialità, tornerà alle competizioni.

Che Alex abbia qualcosa in più è fuori discussione, le sensazioni a volte possono essere un chiaro riflesso di quello che accadrà e Zanardi, giura che in cuor suo, se lo sentiva: "Ieri sera mi sono addormentato con l'idea che oggi potevamo fare qualcosa di importante e ora che il sogno si è realizzato, non aspetto altro che andare a festeggiare con i ragazzi del team". Voglio arrivare alla Paralimpiade di Tokyo 2020, non mi sento arrivato al traguardo finale.

Il campionato è stato vinto dall'equipaggio Venturi/Gai, su Ferrari 488. "Ne ho tagliati tanti nel corso della mia esistenza, però so che non è ancora finita".