Morta parto Firenze: procura indaga per omicidio,no funerali

Morta parto Firenze: procura indaga per omicidio,no funerali

Dagli accertamenti clinici è emersa la rottura della milza e i mendici hanno deciso di asportarla in un 'operazione chirurgica d'urgenza. L'intervento dei chirurghi viene completato e la donna è ricoverata nel reparto di terapia intensiva: reagisce alle terapie - riferisce sempre la direzione sanitaria -, è cosciente, parla a medici e familiari. La donna sarebbe stata colpita da un malore subito dopo il parto cesareo che ha dato alla luce un bambino che si è salvato. "Anche sull'ultimo caso Careggi ha avviato un'indagine interna, coinvolgendo il Centro per il rischio clinico della Regione". Nell'immediatezza non pare che si tratti di una problematica legata all'evento del parto, però gli accertamenti stanno continuando e ancora non è ben chiara la dinamica e la responsabilità. Dopo circa due ore di travaglio, spiega l'ospedale, è nato il bimbo, di circa tre chili, verso le 4.50 di domenica.

Nella notte però tornano improvvisi dolori addominali. Il riscontro diagnostico, secondo quanto spiegato, corrisponde all'autopsia in sede di Medicina Legale e viene fatto negli ospedali per verificare le circostanze di un decesso.

Ora si attendono gli esami per capire cosa sia effettivamente accaduto, come mai dopo un parto veloce e senza alcuna complicazione le condizioni della donna siano peggiorate così rapidamente.

I sanitari prendono in considerazione l'ipotesi di ritrasferirla nel reparto di maternità. Vengono praticate trasfusioni di sangue.

La Procura di Firenze ha aperta un'inchiesta per omicidio colposo, al momento contro ignoti, per la vicenda di Annalisa Casali, la 36enne che lunedì mattina, dopo aver partorito suo figlio, è morta all'ospedale Careggi. Ma nessuna certezza. Le risposte arriveranno dall'autopsia: ne sarà fatta un'altra, stavolta ordinata dal magistrato Leopoldo De Gregorio.