Migranti, almeno 28 morti nel Canale di Sicilia

Migranti, almeno 28 morti nel Canale di Sicilia

Nave Msf con 1'020 profughi approdata a Palermo - È approdata nel porto di Palermo la nave Bourbon Argos di Medici senza frontiere (Msf) con a bordo 1'020 migranti soccorsi nel Canale di Sicilia. Il barcone di legno aveva a bordo circa mille persone. Altri 983 migranti sono sbarcati oggi al Molo Manfredi dalla nave Siem Pilot ed è attesa per domani mattina nel porto di Pozzallo la nave Corsi della Guardia Costiera con 450 migranti. Secondo quanto si legge in un comunicato del ministero della Difesa di Algeri, i tentativi di partenze illegali a bordo delle cosiddette "barche della morte" sono stati più di 500 solo nel mese di settembre.

I migranti si trovavano a bordo di imbarcazioni di fortuna, più precisamente su 27 gommoni, 5 piccole imbarcazioni e un barcone e sono stati raggiunti tutti al largo delle coste della Libia. Arrestati i tre scafisti che pilotavano la loro imbarcazione. I bimbi sono una costante un po' ovunque inquesti sbarchi. In una sola giornata sono stati recuperati 28 corpi senza vita, tutti nell'ultima maxi operazione di salvataggio portata a termine con la collaborazione della Centrale Operativa di Roma della Guardia Costiera. Entrambe le navi si stanno dirigendo verso l'Italia: Phoenix arriverà a Corigliano Calabro la mattina di sabato 8 ottobre, mentre l'arrivo di Responder è previsto per la mattina di venerdì a Cagliari. Sono state tratte in salvo 4'655 persone. I morti sono stati oltre 3100. Soltanto alla fine delle operazioni di sbarco e delle procedure di identificazione si saprà se fra questi ci sono anche minori non accompagnati che avranno bisogno di essere accolti dalle strutture, ormai sature, del Comune di Palermo.