Maxioperazione antidroga in cinque regioni, 53 arresti

Maxioperazione antidroga in cinque regioni, 53 arresti

La polizia ha sequestrato notevoli quantità di sostanze stupefacenti:100 cbili di hashish e 2 chili di cocaina.

Grande operazione antidroga portata a termine nella notte dagli uomini della Squadra mobile della questura di Rovigo (guidati dal vicequestore aggiunto Bruno Zito) in collaborazione con i colleghi di Padova, Verona, Mantova, Modena, Ferrara, Bologna, Arezzo, Ravenna, Vicenza, Varese e Aosta e con il coordinamento dello Sco, il Servizio centrale operativo che fa capo al ministero dell'Interno.

Rovigo - E' partita questa mattina all'alba la maxioperazione della Squadra Mobile di Rovigo volta a disarticolare il circuito di traffico di stupefacenti con decine di arresti ed il sequestro di oltre un quintale di droga.

Nel corso dell'indagine, coordinate dal pm Sabrina Duò, è stato possibile accertare, dopo pochi mesi, che la cocaina e l'hashish arrivavano sul mercato polesano dalle province di Milano, Modena e Mantova, identificando successivamente I trafficanti di livello superiore, sempre di origine marocchina.

Sono in tutto 53 le misure cautelari eseguite dalla polizia di Rovigo nell'ambito di una vasta operazione antidroga denominata "Taraqa".

In particolare, è emerso su tutti la figura di marocchino che aveva intessuto una fitta rete di spaccio "all'ingrosso" nella campagna di Carpi di Villa Bartolomea (Verona). Si tratta del 39enne marocchino di Bondeno I.B., del 38enne marocchino di Copparo M. (durante la perquisizione trovati 10 grammi di marijuana), del 47enne ferrarese di Vigarano Mainarda L. e del 46enne pluripregiudicato ferrarese A. attualmente detenuto in carcere per un altro reato commesso.