Marocco, il Partito Islamista ha vinto le elezioni al Parlamento

Marocco, il Partito Islamista ha vinto le elezioni al Parlamento

Gli islamisti hanno fatto breccia nelle liste elettorali e ora sono a tutti gli effetti candidati alle elezioni del 7 ottobre. Un passo in avanti che però deve fare i conti con l'avanzata del Partito laico dell'Autenticità e della Modernità (Pam), costituito nel 2008 da Ilyas El Omari, un consigliere del re, passato da 47 a 102 seggi. Al premier uscente Benkirane mancano 73 seggi per raggiungere la maggioranza di 198 parlamentari e poter governare. A grande distanza l'Istiqlal con 31 e Rai 30. Non pervenuti i risultati relativi all'Unione socialista delle forze popolari, partner di governo del Pjd.

Alla chiusura dei seggi, il Pjd aveva denunciato dei tentativi di brogli per favorire i rivali del Partito per la modernità.

Fin qui i colpi bassi non sono stati risparmiati: scandali sessuali, come quello che ha rivelato la storia extraconiugale tra due noti predicatori islamisti, tentativi di corruzione, per esempio con montoni in regalo agli elettori per la Festa del Sacrificio, spot elettorali che hanno sovrapposto le facce dei candidati marocchini a quelle di Hollande e Obama, gara alla chiamata di piazza contro questo o quel leader politico, ministri in carica che hanno dato sfoggio di programmi realizzati fino all'ultimo minuto.

Altri gruppi, come il principale partito d'opposizione Giustizia e spiritualità islamista e le organizzazioni di sinistra, boicottano le elezioni perché ritengono che il re abbia tenuto per sé troppi poteri.

Nessun partito ha comunque ottenuto la maggioranza e questo significa che Pjd sarà probabilmente costretto a creare un governo di coalizione.

Mohamed Assad, ministro dell'Interno, ha assicurato che l'elezione si è svolta correttamente e in modo trasparente, respingendo le accuse di Pam e Pjd su presunte irregolarità.

Il tasso di partecipazione si è attestato al 43% in ribasso di due punti rispetto all'ultima tornata elettorale del 2011, e dunque soltanto 6,7 milioni di votanti si sono recati alle urne rispetto al 15,7 aventi diritto. Il PAM ha risposto attaccando il PJD per i suoi supposti legami con gli islamisti più radicali e accusandolo di fornire copertura ideologica ai religiosi estremisti che reclutano giovani marocchini per combattere insieme all'ISIS. I maggiorenni in Marocco sono in tutto 26 milioni, mentre il totale degli abitanti del paese nord-africano è di 34 milioni di persone.