Le Iene Show, Roberto Benigni sul Referendum Costituzionale

Le Iene Show, Roberto Benigni sul Referendum Costituzionale

Roberto Benigni e la 'iena' Dino Giarrusso si sono incontrati a Camogli, vicino Genova.

Nel caso dovesse passare il no al referendum costituzionale "sarebbe peggio della Brexit", per questo "è indispensabile che vinca il sì", insiste Benigni. Il premio Oscar, che solo qualche mese fa diceva di non essere convinto sulla bontà dei contenuti della riforma della Costituzione del Governo Renzi, si lancia in un vero e proprio appello per il Sì alla consultazione che si terrà il prossimo 4 dicembre. La versione integrale dell'intervista, non assoggettata ai limiti della par condicio per i programmi non informativi, è pubblicata sul sito di Mediaset. "Per la seconda parte pero' già i costituenti auspicavano un miglioramento", aggiunge. La seconda parte, regola l'Ordinamento della Repubblica, che comunque e' lo sviluppo della prima. Ma forse il momento live che rimane nel cuore di molti è la scena avvenuta alla manifestazione della Fgci per la pace che si svolse nel giugno 1983 a Roma, quella in cui lui prese in braccio Enrico Berlinguer.

Alessandra SeveriniLa campagna per il Sì al referendum costituzionale torna ad avere un testimonial d'eccezione in Roberto Benigni. "Se la riforma non passa ora, non accadrà mai più". "NECESSARIA REVISIONE". "I padri costituenti", ha sottolineato ancora Benigni, "sono stati dei giganti perché hanno illuminato le macerie".

In un'intervista a Repubblica in occasione del ritorno su Rai1 del suo show sulla Costituzione, aveva già svelato che al referendum costituzionale avrebbe votato "sì", pur "rispettando profondamente le ragioni di coloro che sceglieranno il "no".

Anche se, ha aggiunto, nella riforma, "certamente ci sono da rivedere alcune cose".