Juventus-Napoli, i convocati di Allegri (Serie A 2016-17)

Juventus-Napoli, i convocati di Allegri (Serie A 2016-17)

"La gara di domani arriva soltanto all'undicesima". Gli scontri diretti d'andata non sono mai decisivi, quelli di ritorno sì. Rispetto allo scorso anno sono cambiate tante cose, noi eravamo dodicesimi...

"La partita più importante per noi è mercoledì col Lione quando potremo chiudere il discorso qualificazione". E su Higuain, attesissimo ex, aggiunge: "L'allenatore in questi casi ha due scelte di fronte a se' - ha spiegato sorridendo - non farlo giocare, ed e' possibile, o non dirgli niente, va in campo e gioca". Ed invece, un giorno all'improvviso Gonzalo Higuain ha deciso di lasciare Napoli, di non difendere più quella città da cui aveva ricevuto tanto amore, ma soprattutto ha scelto di difendere la maglia della maggiore rivale di sempre degli azzurri: la Juventus.

LICHTSTEINER - Ha giocato due settimane fa e ha fatto una buona partita. L'allenatore della Juventus fa il punto sulle condizioni di Evra: "Ha preso una botta e ha subito un indurimento al polpaccio". Per lo spettacolo si va al circo, conta il risultato.

"In questo momento non avendo il centravanti puo' avere dei vantaggi perche' ti da' meno punti di riferimento".

Tornando a domani, quali le chiavi della partita contro il Napoli? "Dovremo essere bravi ad attaccare la loro linea difensiva, senza concedere ripartenze e gestendo il possesso del pallone". Il Pipita è a secco da quattro gare ma secondo Allegri non è un problema: "I suoi numeri sono importanti, ha già fatto sette gol. Lui e' sereno e sono molto contento di quello che sta facendo". Speriamo di avere voglia di vincere, fame e determinazione, ma poi è ancora lunga. Per ora il nostro obiettivo è qualificarci mercoledì in Champions, poi la Supercoppa e infine il campionato. Con Milik infortunato e Gabbiadini squalificato gli azzurri punteranno tutto sulla velocità dei tre davanti e sui tagli degli esterni, nonchè dell'inserimento da dietro dei centrocampisti, per provare a fare male alla Juventus.

"La classifica comincia a delinearsi dalla nona partita in poi, ma tra qualche domenica sarà ancora più chiara".

FORMAZIONE - Devo capire chi sta meglio senza pensare alla sfida in Champions di mercoledì.