Inter, De Boer deluso: "Atteggiamento sbagliato…" secondo ko in Europa

Inter, De Boer deluso:

Che l'Inter passasse un primo da tempo da incubo lo si capisce già al 7' quando lo Sparta Praga passa in vantaggio con il suo uomo migliore, l'attaccante Kadlec: Dockal tenta la verticalizzazione per il suo compagno di reparto, Felipe Melo combina un mezzo pasticcio sbagliando l'intervento e lasciando lì un pallone che è preda proprio del numero 77 in maglia amaranto il quale, con un piazzato preciso, batte Handanovic sul primo palo.

"Non so cosa sia successo". "Devo gestire i miei giocatori, alcuni hanno giocato sempre, come Medel e Icardi". "Oggi abbiamo fatto una partita brutta, loro hanno meritato la vittoria". De Boer conferma gli stessi undici della prima frazione e Kadlec sfiora la tripletta con un pallonetto. Adesso il croato si allena con il resto del gruppo e contro la Roma potrebbe tornare tra i convocati.

"Sta meglio rispetto a due giorni fa".

Il giovedì di Europa League si rivela dolce e amaro allo stesso tempo per le quattro squadre italiane impegnate nella competizione. La musichetta dell'Europa League non è forse abbastanza? Oggi ha corso, dobbiamo sperare di vedere una buona reazione da parte del suo fisico. "Sia noi che lo Sparta abbiamo zero punti e questa sfida è molto delicata, sarà importante vincere".

Il giornalista ha anche aggiunto: "Do un parere personale, c'è troppa disparità tra i giocatori di prima fascia e quelli di seconda, che avendo capito di essere utilizzati solo in Europa League o in Coppa Italia scendono in campo non con le motivazioni giuste, non con la testa che servono per queste gare e non per la Juventus". Ma De Boer è apparso come fiducioso e sempre ai microfoni di Sky ha dichiarato: "Il calcolo è facile, dobbiamo vincere 4 partite - spiega il tecnico nerazzurro -".

Roma in discesa. Gara senza storia per la Roma, che in realtà ha tremato nei minuti iniziali per uno svarione difensivo non sfruttato dai romeni dell'Astra Giurgiu, ma subito dopo, accantonate polemiche e feste di compleanno, è tornata padrona della partita ed è andata a segno a ripetizione (4-0). "Sicuramente è ancora possibile la qualificazione".

"No, non è la peggior sconfitta della mia carriera. Niente è impossibile. Ma dobbiamo cambiare atteggiamento".