Inter, caso Icardi: arrivata la decisione del club

Inter, caso Icardi: arrivata la decisione del club

Una serie di errori, iniziata dalla pubblicazione dell'autobiografia del giocatore fino alla reazione della squadra, che ha condannato l'Inter alla sconfitta con il Cagliari. VERTICE AD APPIANO È terminato il vertice dell'Inter ad Appiano Gentile per decidere le sanzioni da infliggere a Mauro Icardi, inclusa quella di togliergli la fascia da capitano. Anche fuori dal campo. Per quanto riguarda le cose scritte, è normale che stamattina dal momento in cui la cosa è entrata a far parte del dominio pubblico, mi sono interessato e ho cercato di vedere cosa ci fosse scritto. Ieri il litigio avvelenato con la Curva Nord, oggi la Digos. Tutto nasce da un passaggio della sua autobiografia fresca di pubblicazione "Sempre Avanti", dove in un passaggio riferito alla trasferta di Sassuolo dello scorso anno il numero nome scrive che non aveva paura dei contestatori sotto la sua casa perchè avrebbe chiamato amici argentini a farli ammazzare tutti. Messo, di conseguenza, subito all'indice dal tifo organizzato come neanche ai tempi bui della Chiesa. Nei prossimi minuti è atteso il comunicato dell'Inter dopo il confronto tra società e giocatore ad Appiano Gentile.

La spaccatura tra l'attaccante argentino e la Curva Nord sembra ormai insanabile con gli ultrà che, dopo i pesanti cori e striscioni ieri allo stadio, continuano a ribadire l'impossibilità di ricucire il rapporto. Meno male che ce n'è una che rispetto alle altre ha qualcosa di più perché viene da tanti anni di continuità. Se avete letto il libro lui parla di chiamare gente dall'Argentina che dovrebbe ammazzarci uno a uno.

Il bomber dell'Inter Mauro Icardi non perde la fascia di capitano ma la sua biografia sara' epurata dalle pagine 'incriminate'. Un leit motiv a cui De Boer non è riuscito a ovviare, diversificando il modo di affondare dei suoi. "Quindi se è un uomo vero ritiri il libro, anche se penso che con la testa che ha probabilmente non lo farà mai". Su 25 cross nel solo primo tempo, Icardi non è riuscito a sfruttarne alcuno. Ma in una famiglia - e mi hanno sempre insegnato che l'Inter prima di tutto è una grande famiglia - i momenti difficili o le incomprensioni possono capitare. Eppure non è che i nerazzurri non ci avessero provato, concedendo almeno due palle gol enormi ai sardi. E invece siamo punto e a capo. Una situazione che sembra irrecuperabile. Il timore è che la squadra, oltre a palesare un'autostima sotto i tacchi che la porta a soffrire la pressione, sia già dipendente dal Tanguito. Se saranno presi provvedimenti?

"A chi fa bene tutto questo?"

Il cambiamento dovrebbe essere immediato e già ufficializzato in vista della sfida di Europa League contro il Southampton.