Gp Giappone F1, Raikkonen: "Manca velocità ma si può migliorare"

Gp Giappone F1, Raikkonen:

Il Mondiale sembra sempre più nelle mani di Nico Rosberg, ma Lewis Hamilton cercherà di arrestare la sua corsa.

Anche il pilota spagnolo della McLaren cerca la prestazione dell'anno. Prima di abbassare la visiera però, i piloti si sono dedicati a rispondere alle domande dei giornalisti. Difficile recuperare, ma servirà dare il massimo per farcela. Il lavoro per ora è tutto teorico, dalla galleria vento al simulatore. L'anno scorso Vettel con la Ferrari proprio a Suzuka era riuscito ad ottenere il podio ma quest'anno per il tedesco in piena crisi di identità e risultati sarà molto difficile ripetersi. Abbiamo le strutture e le persone valide in questo progetto, speriamo di ridurre i tempi, sono fiducioso.

La Mercedes può già vincere a Suzuka il Mondiale F1 2016 Costruttori: è sufficiente un secondo posto da parte di una delle due frecce d'argento. " ha preferito concludere il britannico".

La situazione della Ferrari? "Non posso far altro che chiedergli scusa, perché l'incidente non ha niente a che fare con la sua posizione in quel momento". Tutto viene costruito in Giappone con personale soltanto giapponese.

Chi è in buona forma e particolarmente ciarliero è Kimi Raikkonen, che sta chiudendo un'ottima stagione, ovviamente per quello che gli consente la vettura. "L'umore è buono, non vedo l'ora di andare in pista e non vedo l'ora di partire".

CIRCUITO VELOCE "Non so se è uno dei miei circuiti preferiti, ma è un bel circuito", racconta Kimi Raikkonen sul sito ufficiale della Ferrari.

"Ci manca velocità, è molto semplice".

Una nuova tappa del cammino agonistico si avvicina all'orizzonte.

Siamo qui per vincere e qualsiasi risultato inferiore non sarebbe quello per cui tutti i membri della Ferrari lavorano. Non è un caso che i piloti ed i team principal siano soggetti a meno pressioni emotive, perchè tutti loro sono circondati da tifosi affettuosi che non desiderano altro che una foto ricordo o un autografo, senza rendersi protagonisti di contestazioni o gesti incivili. E' andata meglio rispetto ad altri anni, ma non siamo ancora dove vorremmo. Non abbiamo avuto un fine settimana semplice e pertanto ci servono dati ed esperienza. Abbiamo sprecato un'opportunità a Singapore, ma non possiamo stare li a pensarci. Questa prestazione varia da circuito a circuito, affrontiamo le gare una per volta. Non ho più pensato all'ultima gara.