Genoa-Pescara, quando il gol è giovane: Manaj risponde a Simeone

Genoa-Pescara, quando il gol è giovane: Manaj risponde a Simeone

Oddo fa entrare Mitrita e mette in panchina Aquilani: regista della squadra sarà Brugman.

Clamorosa chance per il Pescara: pennellata di Caprari e colpo di testa di Verre che esce di un soffio alla destra di Perin.

Sembra essere il Pescara a voler dominare attaccando fin dall'inizio, con Caprari che ma lette di poco al lato con un destro violento al 6'. La manovra ne ha indubbiamente risentito, tuttavia la difesa è apparsa più solida. Sulla punizione successiva è Caprari a provarci, tiro largo.

MARCATORI: 2'st Simeone (Ge); 40'st Manaj (Pe). Una girata di sinistro che non ha lasciato scampo a Bizzarri: primo gol alla prima da titolare per El Cholito classe '95. Sarebbe stato rigore ed espulsione, ma Irrati non lo ha visto.

Dopo aver giocato due spezzoni di partita (19 minuti contro il Sassuolo e 58 contro il Napoli) il tecnico del Genoa Juric, causa l'infortunio occorso a Pavoletti (starà fuori 25 giorni), ha deciso di dare fiducia dal 1' minuto al giovane classe 1995 Giovanni Simeone, figlio del tecnico dell'Atletico Madrid, Diego Pablo.

Espulso Edenilson! Il difensore del Genoa stende con le cattive Caprari e si becca il secondo giallo: il Grifone in dieci uomini. Soli quattro minuti dopo, Benali si libera con una leggera spinta di Pandev e tira tra le braccia di Perin. L'ex Lazio si accorge che c'è qualcosa che non va nello scacchiere tattico e decide di tornare ai soliti noti inserendo Verre per un Mitrita non pervenuto nella ripresa.

Lo avevamo detto e non lo rinnegheremo, quello di oggi lo si consideri un punto guadagnato.

Spazio anche a Edenilson: "Sì, giocherà", conferma l'allenatore. Ora una settimana per schiarirsi le idee prima di un'altra battaglia.

GENOA (3-5-2): Perin 6; Burdisso 6, Edenilson 5, Gentiletti 6,5; Izzo 5,5, Laxalt 6, Ntcham 5 (46' Pandev 4,5), Rigoni 5,5, Rincon 5,5; Ocampos 6 (21' Gakpé 5,5), Simeone 6,5 (75' Munoz 5,5).