FIGC, deferiti ben 16 club: ci sono anche Juventus, Inter e Napoli

FIGC, deferiti ben 16 club: ci sono anche Juventus, Inter e Napoli

Il match Juventus Napoli si può seguire in live streaming, in modo lecito, sulle due pay tv italiane che mettono a disposizione a chi ha un abbonamento sistemi alternativi su smartphone, tablet Android, iPhone, Samsung Galaxy S, pc portatili le app Sky Go e Premium Play liberamente scaricabili da Apple App Store e Google Play. Gli nomi sono quelli di Guglielmo Stendardo (all'epoca dei fatti all'Atalanta), Francesco Tavano (Livorno), Massimo Oddo (Milan e Lecce), Emanuele Calaiò (Napoli e Siena), Salvatore Aronica (Palermo), Erion Bogdani (Verona, Cesena e Siena), Giuseppe Sculli (Genoa e Lazio), Pasquale Foggia (Lazio e Sampdoria), Adrian Mutu (Fiorentina), Hernan Crespo, Diego Milito, Thiago Motta e Hugo Campagnaro (Inter), German Denis (Atalanta). Ora non mi chiamano più core 'ngrato perché Higuain ha preso il mio posto. Bacca al Napoli avrebbe segnato tantissimo, ne sono convinto e il Napoli avrebbe dovuto prenderlo dopo la cessione di Higuain. Nel calcio non c'è riconoscenza.

Il Napoli, invece, dovrà ricorrere a tutta l'astuzia di Sarri e a qualche accorgimento tattico in più per riuscire a salvare la pellaccia in questa durissima trasferta: arginare la Juventus non è mai facile, specie quando non è in un momento di gran forma, per questo motivo Sarri dovrà affidarsi ai suoi luogotenenti in campo, ovvero Reina, Callejon e Hamsik per guidare anche i più giovani a una grande prestazione. Se io fossi Sarri farei un gioco senza punti di riferimento, con molti inserimenti anche dei centrocampisti. Il Napoli ha dei giocatori molto tecnici e veloci che possono mettere in difficoltà la Juventus e la cosa importante sarà restare in partita fino alla fine così da creare delle difficoltà. Bisognerà fare attenzione a frenare la Juve e le sue ripartenze. E' più forte la Juve o Renzi? L'attaccante azzurro ha tecnica, tiro dalla lunga distanza, è rapido ed ha un buon fisico per cui gli elementi ci sono tutti, ma si sai che poi a comandare è sempre la testa e Gabbiadini non ha trovato autostima.