FCA punta sul metano come carburante alternativo

FCA punta sul metano come carburante alternativo

Il governo si è impegnato a realizzare centri di stoccaggio di gas metano (è una miscela composta, oltre al metano, da altri idrocarburi leggeri come il propano e il butano) e a creare nuovi distributori per completare, a livello nazionale, i punti di rifornimento di questo carburante alternativo (attualmente non superano le 700 colonnine) e consentirne lo sviluppo. "Gli obiettivi che ci stiamo dando oggi che Alfredo Altavilla (Fca) ha riassunto in 3 milioni di auto e Pierre Lahutte (Iveco) in decine di migliaia di veicoli pesanti a metano sono obiettivi ambiziosi, ma superabili perché l'Italia parte da una posizione assoluta di leaderhip" ha detto Marco Alverà, ceo di Snam.

l'Italia è il primo mercato europeo per i consumi di metano destinato a questo scopo, come dimostra il miliardo e oltre di metri cubi consumati nel 2015 e circa 1 milione di veicoli attualmente in circolazione. Il nostro Paese è infatti leader mondiale del settore, per merito di una rete di metanodotti tra le più estese e accessibili d'Europa, lunga oltre 32 mila chilometri.

FCA, IVECO e Snam collaboreranno per accelerare lo sviluppo del metano per autotrazione (CNG - Compressed Natural Gas), alternativa disponibile e più sostenibile rispetto ai carburanti tradizionali.

Dal punto di vista dei benefici per i consumatori le cifre indicano un monte risparmi fino a 800 milioni di euro entro cinque anni, sulla base del prezzo medio del petrolio negli ultimi mesi; riguardo all'impatto ambientale l'alimentazione a gas naturale per autovetture, furgoni, truck e bus consentirebbe, con tre milioni di autoveicoli a metano circolanti, una riduzione del 40% delle emissioni di CO2, del 90% degli ossidi di azoto (NOx) e un "taglio" quasi totale del particolato rispetto alle "tradizionali" alimentazioni a benzina e gasolio. Una conferma delle potenzialita' del metano nei veicoli commerciali, nel trasporto pubblico e nel pubblico servizio, settori nei quali il brand e' protagonista a livello internazionale. L'obiettivo è portare ulteriore innovazione nell'ambito di un'eccellenza tecnologica italiana con un ruolo attivo nella promozione dell'offerta e di operazioni di marketing mirato. Il settore del gas naturale per autotrazione vanta già oggi un fatturato di 1,7 miliardi di euro l'anno e circa 20 mila addetti. E' inoltre un'opportunita' di creazione valore per le famiglie, imprese e pubblica amministrazione, grazie ai risparmi generati dall'utilizzo dei veicoli a gas naturale e ai tempi di realizzazione brevi, forti di una tecnologia consolidata, sicura e affidabile.