Eleonora Brigliadori anti-chemio Vs la Iena Toffa. Finisce in rissa

Eleonora Brigliadori anti-chemio Vs la Iena Toffa. Finisce in rissa

Il servizio curato da Nadia Toffa che gli autori hanno chiamato "Consigli maligni di una showgirl" voleva mostrare al pubblico come Eleonora Brigliadori intendesse curare il tumore.

L'attrice che, prima di incontrare Nadia Toffa, aveva aggredito con strattoni e tirare di capelli una complice de Le Iene che aveva tentato di indagare sulle sue teorie, si è scagliata contro l'inviata. Le Iene sono andate dritte al punto andando a scomodare l'ex concorrente de L'isola dei famosi proprio nel momento in cui stava dirigendo una sorta di seduta di meditazione. Eleonora Brigliadori segue il metodo Hamer, dal nome del medico tedesco, che è stato radiato dall'albo dei medici perché reputato inaffidabile.

Quando Nadia Toffa chiede alla Brigliadori delle spiegazioni su quello che dice e fa, ricordando anche che non lo fa gratuitamente ma prendendo dei soldi che lei definisce donazioni, le cose si scaldano e la signora arriva anche a dare una bella mazzata, se così possiamo definirla, in faccia all'inviata de Le Iene che non riesce neppure a difendersi. Poco tempo fa l'ex annunciatrice di Canale 5 ed ex naufraga vip dell'Isola dei famosi 2011 si era già scontrata duramente contro Maurizio Costanzo in tv a causa della sua netta presa di posizione contro l'uso della chemioterapia quale cura al tumore, promuovendo al tempo stesso il chiacchierato e contestato metodo Hamer, che sostiene che la genesi di ogni patologia sia dovuta a presunti traumi o conflitti non risolti e propone trattamenti alternativi non scientifici.

Fra Nadia Toffa e la Brigliadori è stato scontro.

" È facile far credere quello che si vuole quando si ha il coltello dalla parte del manico - scrive la Brigliadori sui social - si registra e si monta quello che fa comodo per cercare di distruggere una persona nella sua integrità innanzitutto bisogna scindere ciò che io stavo facendo durante un seminario di euritmia dedicato a San Michele". Una vicenda che finirà in tribunale, perché la Procura di Padova ha aperto un'inchiesta sul caso, ma intanto fin da subito la Brigliadori si è schierata con i genitori della ragazza contestando anche lei l'utilizza di cure invasive per combattere il tumore.