Dichiarazioni Ventura dopo Italia Spagna 1-1 Qualificazioni Mondiali 06-10

Dichiarazioni Ventura dopo Italia Spagna 1-1 Qualificazioni Mondiali 06-10

Il ct ha poi ricordato anche un paio di episodi sfavorevoli nella direzione arbitrale con "l'espulsione sul rigore che era impossibile non darla". Il tedesco Brych esita in un primo momento, ma su segnalazione dell'assistente concede il dischetto. De Rossi cancella gli spauracchi di Bordeaux e trasforma il rigore spiazzando De Gea. Si abbassa nella sua metà campo e aspetta la Spagna. Al 22' Jordi Alba lascia anticipatamente la partita per infortunio, gli subentra Nacho.

Dopo le polemiche del pomeriggio sul nuovo sponsor Azzurro, è tempo di scendere in campo per Ventura & Co. Il nostro capitano blocca senza problemi il colpo di testa del centrale iberico. Al suo posto Bonaventura che si piazza a destra, Parolo invece cambia mattonella. L'Italia sarà pure padrone di casa allo Juventus Stadium, ma la Spagna è padrona del campo. Ci sono 48 ore alla prossima partita, ci dobbiamo dividere le partite perché in 48 ore si fa fatica a recuperare completamente. Il fischietto tedesco, dopo Diego Costa, grazia anche Sergio Ramos che doveva ricevere il secondo giallo.

Nella ripresa dieci minuti e la Spagna passa. Ed il popolo del web, sempre attento e con buona memoria, non ha perdonato la seconda uscita a vuoto dell'attaccante pugliese, dopo quella ben più nota in occasione dei calci di rigore con la Germania durante lo scorso Europeo. Ci prova anche Immobile con una diagonale che va fuori lo specchio della porta avversaria. Il difensore juventino fa ammonire, nel giro di pochi istanti (condotta antisportiva), Vitolo e Diego Costa. Belotti segna anche il 2-1, ma in fuorigioco. Ventura si gioca il tutto per tutto e getta nella mischia Belotti al posto di Parolo, passando così alle tre punte. Tutto sommato è una partita che ci deve insegnare molto. Lo segue Montolivo, toccato duro da Sergio Ramos. Gli azzurri, dunque, si fanno trovare sbilanciati, conseguenza dell'inizio, un po' più intraprendente, del secondo tempo. "Se vogliamo possiamo". Non c'è tempo per i rimorsi. Domenica si vola in Macedonia. A disp.: Perin, Donnarumma, Astori, Ogbonna, Darmian, Bernardeschi, Candreva, Verratti, Bonaventura, Belotti, Gabbiadini, Immobile. (Reina, Rico, Roberto, Martinez, Herrera, Vazquez, Isco, Nolito, Callejon). Angoli 13-2 per la Spagna.

L'Italia soffre per 70 minuti, ma poi strappa un importantissimo pareggio contro la Spagna e resta ancora pienamente in corsa per la qualificazione ai Mondiali di Russia 2018: qualificazione che gli azzurri si giocheranno presumibilmente proprio contro la Roja, con la partita di ritorno in Spagna fissata a settembre 2017. La squadra di De Biasi ha vinto 2-0 in Lichtenstein grazie ad un autogol di Jehle e ad una rete di Balaj, portandosi a quota 6, a punteggio pieno.